Esteri

Incidente a San Francisco: aereo si schianta in pista

Un Boeing 777 della compagnia sudcoreana Asiana in arrivo da Seul si è schiantato al suolo all’aeroporto di San Francisco mentre era in fase di atterraggio e si è incendiato, venendo avvolto in una palla di fuoco. Il bilancio è di due cittadini cinesi morti ed almeno 180 feriti, di cui otto in condizioni critiche.

La dinamica dell’incidente è ancora tutt’altro che chiara. Il ministero dei Trasporti sudcoreano afferma che il velivolo ha urtato con la coda in fase di atterraggio. Alcune fonti di stampa hanno affermato che il comandante dell’aereo aveva chiesto di poter fare un’atterraggio di emergenza, ma la notizia non ha avuto conferma ufficiale, mentre alcune fonti in forma anonima l’hanno smentita. La Cnn ha anche diffuso la registrazione di alcuni secondi di dialogo tra il pilota e la torre di controllo subito dopo l’incidente, in cui si puo’ udire l’operatore a terra dire che ”i mezzi d’emergenza si stanno muovendo, stanno arrivando sul posto”.

Apparentemente, secondo alcuni esperti, l’aereo ha iniziato l’approccio alla pista di atterraggio troppo presto e ha colpito probabilmente con la coda il frangiflutti che la delinea. Alcuni testimoni hanno inoltre raccontato che nel corso della manovra qualcosa è andata visibilmente storto. L’aereo “é sceso con un brutto angolo, si è girato ed è esploso”, ha raccontato su Twitter Stefanie Lamie, che era nei pressi dell’aeroporto.

Anthony Castorani, che era in un hotel lì vicino, ha detto alla Cnn di aver visto l’aereo toccare terra e di aver udito “un ‘pop’, e subito dopo ho visto una grande e breve palla di fuoco venire fuori da sotto il velivolo”. In pochi minuti l’aereo è stato quindi circondato dalle squadre di soccorso e dai pompieri, che con potenti idranti hanno spento le fiamme e hanno aiutato l’evacuazione dei passeggeri, avvenuta attraverso gli scivoli gonfiabili.

Uno di loro, David Eun, su Twitter ha così descritto la drammatica scena: “Fiamme e soccorritori dappertutto. Stanno evacuando i feriti. Non mi sentivo così dall’11 settembre”. Poco prima lo stesso Eun, un dirigente della Samsung, aveva dato la notizia, sempre su Twitter: “Appena atterrato in emergenza a SFO. La coda si è staccata. La maggior parte di noi sembra star bene. Sono a posto. E’ surreale”.

Le immagini diffuse dalle televisioni attraverso delle riprese dall’alto una distanza relativamente ravvicinata mostrano che il velivolo è adagiato direttamente sulla pancia e una lunga sezione della fusoliera è bruciata e distrutta nella parte del tetto, a partire da pochi metri dopo la cabina di pilotaggio. L’aereo però non è spezzato, e neanche le ali, mentre la coda è troncata e i suoi resti sono disseminati a molti metri di distanza. Le autorità dell’aviazione civile Usa si sono limitate finora a dare ben pochi dettagli, mentre l’aeroporto è stato chiuso al traffico, così come le autostrade limitrofe allo scalo. Il National Transportation Safety Board ha fatto sapere di avere già inviato un team di esperti a San Francisco per indagare su quanto accaduto. Secondo quanto ha reso noto il National Weather Service, le condizioni meteo al momento dell’incidente erano pressoché ottimali, con poche nuvole, vento a meno di 15 km/h e temperatura di 18 gradi. (ANSA)

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com