Arte e CulturaPrendo quotaPrimo Piano

In volo sulle “Vie dei Tesori”

Chi non ha provato l’esperienza del volo o vuole nuovamente ammirare Palermo dall’alto, potrà farlo da sabato 2 ottobre e fino al 31, per cinque weekend grazie al festival “Le Vie dei Tesori”. Il festival, giunto alla 15^ edizione, mette in rete, il mare e il cielo, chiese, cantieri di restauro e palazzi storici mai visti prima, si svolgerà in contemporanea a Catania; e, fino al 17 ottobre, anche a Sciacca, Ragusa e Scicli e per la prima volta a Erice e Cefalù.

All’Aero Club Beppe Albanese di Palermo presso l’aeroporto di Boccadifalco sono pronti al decollo i TB9 che trasporteranno i passeggeri che vorranno ammirare dall’alto la città di Palermo con una prospettiva diversa. Un’esperienza che consentirà di ripetere quella del primo volo sulla città, l’impresa pionieristica compiuta da Clemente Ravetto. Così come quest’ultimo, decollava realizzando il primo volo del Sud Italia, analogamente i passeggeri avranno la possibilità di vivere la stessa emozione.

Il Presidente dell’aeroclub Fabio Giannilivigni

Il volo sarà effettuato con 5 TB 9 messi a disposizione dal nostro Aeroclub, – ci spiega l’ing. Fabio Giannilivigni, presidente del sodalizio – è sarà condotto da piloti di grande esperienza che in venti minuti tra decollo, volo e atterraggio, porterà tre passeggeri per ogni velivolo a sorvolare Monte Pellegrino, il santuario di Santa Rosalia, il castello Utveggio, il parco della Favorita, piazza Caboto con la stele a Ravetto, per poi rientrare a Boccadifalco”. Un’esperienza per tutte le età, i minorenni dovranno essere accompagnati almeno da un adulto.

Battesimo volo aeroporto Trapani foto Airgest

Chi intende vivere questa esperienza si dovrà prenotare on line sul sito www.leviedeitesori.it. Analoga iniziativa si è tenuta nei due week end appena trascorsi nel trapanese lungo la cosiddetta “via del sale” sullo Stagnone, Mozia e le saline Ettore Infersa, una prospettiva inedita di uno degli angoli più belli della Sicilia. Una manifestazione che l’Aeroclub di Palermo ha costruito in sinergia con Airgest, società di gestione dell’aeroporto trapanese, il 37° Stormo dell’Aeronautica Militare di stanza a Trapani Birgi, e l’Enac, Ente nazionale aviazione civile. Un’unione di forze che ha permesso voli in sicurezza e controlli capillari durante tutte le fasi: dall’accoglienza, al trasporto in pista, fino al decollo e all’atterraggio.

Michele Bufo a sinistra a destra Gip Lo Cicero Foto Airgest

È stato raddoppiato il successo dello scorso anno – ha commentato il direttore di Airgest società di gestione dell’aeroporto di Trapani Birgi, Michele Bufoin termini di entusiasmo, di giornate e di voli. Due weekend e 5 aeromobili, dei TB9 Tambico, per un totale di 100 voli e 300 passeggeri. Ventisei voli al giorno in quattro giorni, in cui l’aeroporto ha mostrato grande capacità organizzativa nel gestire 5 decolli e 5 atterraggi, insieme alla normale attività operativa dello scalo”. I voli sulle “Vie dei Tesori” vogliono essere un modo di accostarsi ai valori della cultura aeronautica per apprezzare il territorio da un’altra prospettiva. Al termine dell’esperienza sarà consegnato ai passeggeri il “battesimo del volo”, un piccolo souvenir dell’esperienza vissuta.

Fabio Gigante

 

 

 

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button