Primo Piano

In pensione il Provveditore Interregionale per le Opere Pubbliche della Sicilia e la Calabria

Dopo quarant’anni di servizio al Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibile è ora arrivato il momento del pensionamento per l’ingegnere Gianluca Ievolella, da circa tre anni Provveditore Interregionale per le Opere Pubbliche e per ultimo Commissario governativo per le Opere infrastrutturali del Ministero dell’Interno previste nel PNRR. Ievolella, dal 30 giugno, infatti, va in pensione. Nella sua carriera ha ricoperto diversi incarichi dirigenziali: negli anni ’90 a capo dell’Ufficio speciale per le Opere Marittime di Palermo, responsabile del Dipartimento Tecnico del Comune di Civitavecchia e primo consigliere del Presidente del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici. Ha anche avuto incarichi all’estero quale: Peer Review per il progetto di rifacimento del waterfront di Masqaṭ in Oman, oltre che consulente tecnico in idraulica marittima per la realizzazione di sette porti pesca sulla costa dell’Oman.

Foto by F. Panasci

Infatti, l’ingegnere Ievolella è una delle massime autorità tecniche in Italia nel campo della progettazione e gestione delle opere idrauliche marittime. Attualmente fa parte del Comitato di Indirizzo Strategico di UNI (Ente Italiano di Normazione) e del Consiglio di Amministrazione del porto di Anzio (Roma). L’ingegnere Ievolella, in questi ultimi giorni del mandato, ha incontrato e salutato le massime autorità: il Presidente della Corte d’Appello di Palermo, Dr. Matteo Frasca, il Generale di Brigata, Rosario Castello, Comandante della Legione Carabinieri “Sicilia”,

A sinistra il Provveditore Gianluca Ievolella a destra il sindaco di Palermo Leoluca Orlando

il Sindaco della Città Metropolitana di Palermo, Prof. Leoluca Orlando, il dott. Giuseppe Forlani, Prefetto di Palermo, il Generale di Brigata Arturo Guarino, Comandante provinciale dei Carabinieri di Palermo ed oggi

A destra il Pres. Regione Siciliana, Nello Musumeci a sinistra Ing. Gianluca Ievolella Provv.re OO.PP Sicilia-Calabria.

il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, raccogliendo il riconoscimento e plauso per l’attività svolta in questi ultimi anni dalla struttura del Provveditorato Interregionale OO.PP. da lui amministrato.

Fabio Gigante

Articoli Correlati

2 Commenti

  1. Grazie Francesco … Grazie a te #FrancescoPanasci ci hai fatto sognare con la tua professionalità nella comunicazione e creatività e il ” Divino Tempio” ne è la testimonianza.

  2. Ecco un esempio di un uomo con gli attributi, un serio ed eccellente burocrate (da non chiamare burocrate), splendida persona, attento e straordinario professionista. Va in pensione uno che non dovrebbe manco pensarci alla pensione perchè utile ai limiti dell’indispensabilità per la Pubblica Amministrazione e ancor di più alla Sicilia nella sua qualità di Provveditore Interregionale alle Opere Pubbliche Sicilia e Calabria.
    In una mia recente intervista, l’Ing. Ievolella lamentava il fatto che andando in pensione nessuna istituzione collegata al provveditorato si fosse preoccupata di far “crescere” un nuovo Provveditore, sfruttando, nel senso più bello della parola, il “maestro”.
    Ho avuto la fortuna e il piacere di collaborare più volte con Ievolella, per tramite del dott. Giulio Verro, Capo di Gabinetto, e tra le molteplici esperienze quella con il Provveditore e staff è stata tra quelle più significative, importanti e ricche di soddisfazioni.
    “Caro Ing. se fossi Ministro ti “accalappierei” ancora per tanto tempo anche per essere un formatore di figure burocratiche di qualità”. Ecco mi è uscita adesso così. Potrebbe essere pure una nuova idea nel campo dell’alta formazione per la P:A. e connotarla con questo titolo: “burocrati di qualità per superera il sistema Italia” indispensabile proprio in questo momento delicato dove le decisioni su come gestire il P.N.R.R. contribuirennao alla rinascita del Paese o …. fate VOI.
    Un grande in bocca al lupo Gianluca e continua nel tuo “fare” e poi c’è sempre un pianoforte che ti aspetta.
    Il direttore
    Francesco Panasci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button