Arte e CulturaPrimo Piano

Il “Premio Buttitta” al palermitano Angelo Sicilia per i Pupi antimafia

foto_premiazioneIl palermitano Angelo Sicilia, con i suoi “pupi antimafia”, ha vinto la XVII edizione del Premio di arte e cultura siciliana “Ignazio Buttitta” per la sezione Impegno civile.

Il Premio è stato consegnato ieri, nel corso della cerimonia ufficiale che si è svolta nel Castello Chiaramonte a Favara (Ag). A conferire il prestigioso riconoscimento, la giuria, presieduta da Lina Urso Gucciardino, presidente del Centro culturale “Renato Guttuso”, e composta da Enzo Alessi, Giuseppe Piscopo, Umberto Re e Giuseppe Moscato.

“Questo premio – sottolinea Angelo Sicilia – ha un valore importante per chi come me ha caratterizzato la sua attività artistica nell’impegno contro le mafie e per sforzarsi ogni giorno di rendere migliore la nostra terra anche da un palco di teatro di figura. Il mio impegno è iniziato quasi trent’anni fa a Palermo, quando nel mio quartiere, la mafia uccise brutalmente il piccolo Claudio Domino, l’undicenne nostro compagno di giochi. Da quel momento tutti i miei sforzi sono stati profusi per costruire un’alternativa alla mentalità ed alla arroganza mafiosa”.

“Le nostre marionette – aggiunge il puparo palermitano – sono ormai conosciute in diverse parti del mondo per avere assunto le sembianze di Peppino Impastato, di Padre Pino Puglisi, di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino e di tanti altri la cui memoria viene così mantenuta integra. Il fatto di avere ricevuto il premio a Favara, che è la mia città di origine, mi rende ancora più contento. È lì, infatti, che mio nonno vide da piccolo i primi spettacoli dei pupi di don Libertino, il puparo della zona”.

“L’opera dei pupi antimafia – conclude Sicilia – rappresenta il futuro di un’arte unica nel suo genere e con una prospettiva di crescita ancora notevole. Dedico questo riconoscimento a tutti i miei compagni di viaggio, a chi fin dall’inizio, ha creduto con me ai pupi antimafia”.

 

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button