Primo Piano

Il percorso di efficientamento di Villa Sofia Cervello

 

 

(di redazione) Responsabilizzazione di tutti i Direttori di Unità operative e dei coordinatori infermieristici, con una più forte interazione, mettendo da parte l’autoreferenzialità, per giungere ad un piano di efficientamento che faccia rientrare il disavanzo e sia da trampolino di lancio per il nuovo atto aziendale e la nuova dotazione organica.

Normalità è la parola d’ordine che la nuova Direzione strategica dell’Azienda Ospedali Riuniti Villa Sofia Cervello, con il Direttore Generale Walter Messina, il Direttore Sanitario, Aroldo Rizzo e il Direttore Amministrativo, Rosanna Oliva,  ha sottolineato nell’incontro conclusivo del corso di formazione “Change Management in Sanità” organizzato e tenuto da Fabio Crapitti, formatore professionista certificato Aif (Associazione italiana formatori), e al quale hanno partecipato in ventisette fra primari e coordinatori.

Un progetto formativo voluto proprio in questa fase dal Direttore Generale Walter Messina per serrare le fila dal punto di vista delle dinamiche organizzative e dei prossimi, imminenti, obiettivi aziendali. Entro il 31 luglio l’Azienda dovrà infatti presentare all’Assessorato regionale alla salute il piano di efficientamento per intraprendere il percorso di rientro dal disavanzo finanziario. Sviluppare capacità di problem solving, approfondire i vantaggi del team working, progettare e comunicare obiettivi con i propri collaboratori, sono stati fra i punti chiave del corso, che hanno favorito, oltre ad una crescita della cultura dell’appartenenza aziendale, prospettive di una migliore analisi dei bisogni, di best practice e di una nuova visione manageriale. Tutto questo per una migliore operatività e concretezza nei tavoli di confronto aziendali, già aperti da qualche giorno, per giungere alla presentazione del piano di efficientamento.

“Vogliamo governare il presente – sottolinea il Direttore Generale Walter Messina – con uno sguardo al futuro, consapevoli che la crescita di tutti accresce anche il benessere dell’Azienda e quindi anche quello dell’utenza. Siamo nel decennale dell’unificazione dei due ospedali, e oggi più che mai la parola d’ordine è “integrazione”. Con il piano di efficientamento non dobbiamo stravolgere nulla, ma dobbiamo riportare l’Azienda in una situazione di normalità. E per far questo abbiamo bisogno di tutti. Stiamo lavorando per coprire i posti vacanti di Direttori di Unità operativa, chiedendo le autorizzazioni in Assessorato per espletare o bandire i concorsi, e stiamo procedendo ad una mappatura dei posti vacanti.

Il nuovo atto aziendale e la dotazione organica saranno la naturale conseguenza di un percorso di maggiore responsabilizzazione e consapevolezza che passa anche attraverso una innovativa metodologia di formazione manageriale, come questo corso, il cui successo è stato confermato dal feedback dei partecipanti”. 

Il corso “Change Management in Sanità” si è sviluppato in quattro giornate d’aula e una giornata conclusiva di “follow up” in forma di sessione laboratoriale/esperienziale. In atto si sta per concludere anche un ulteriore percorso voluto dalla Direzione strategica su “Team building e team working”. I prossimi percorsi formativi già previsti sempre dalla Direzione strategica saranno: “Sviluppo delle abilità manageriali”, “Leadership e performance” e “Gestione dei conflitti: problem solving e decision making in un team efficace”.   

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: