CulturaPrimo Piano

“Il Natale della Pace”, Brancaccio protagonista con donne e giovani

Per riqualificare le periferie e per far sparire quell’accezione negativa che da sempre si associa ai nomi di alcuni quartieri della città, occorre lavorare anche e soprattutto sul sostegno di quelle attività che giorno dopo giorno, con fatica e dedizione, uomini, donne e ragazzi portano avanti.

È per questo motivo che, tra le varie manifestazioni promosse e finanziate dal Comune di Palermo per il Natale 2014, una di queste sostiene le donne e i giovani di Brancaccio all’interno dell’evento “Il Natale della Pace”.

Già dal 23 dicembre le donne dell’associazione “Il Mondo di Francesca” hanno allestito un vero e proprio mercatino con tutti gli oggetti da loro realizzati. “Il nostro gruppo lavora assiduamente da quattro anni per vita al feltro e alla lana tramite il cucito ricreativo – racconta Giusi Duro, coordinatrice dell’associazione – Per ogni festività realizziamo diverse cose: dagli alberelli ai presepi, dalle uova di Pasqua alle colombe. Non mancano anche oggetti per la casa e per la cucina, come porta tovaglioli o porta posate. Di certo la nostra attività rappresenta una chiave con cui rilanciare Brancaccio, poiché cerchiamo di coinvolgere sempre nuove donne e le giovani generazioni, impegnandole in un’attività che non da solo soddisfazioni durante le nostre mostre, ma può anche essere una forma di lavoro.”

“È importante attenzionare il lavoro delle donne di un quartiere di periferia – commenta Giusi Scafidi, presidente della IV Commissione Consiliare e da anni accanto al lavoro dell’associazione Il Mondo di Francesca. “Apprezziamo molto la scelta del comune e dell’assessore alla cultura nel voler sostenere questa attività. Della riqualifica di Brancaccio abbiamo proprio discusso con l’assessore Cusumano durante un incontro pubblico al Castello di Maredolce poche settimane fa. E dopo la discussione e la promessa di un sostegno, ecco arrivare i primi soddisfacenti risultati.”

Come già detto, i lavori delle donne di Brancaccio sono esposti all’interno della manifestazione “Il Natale della Pace” che ha preso avvio il 23 dicembre all’ex deposito di locomotive Sant’Erasmo con l’inaugurazione del mercatino dei loro oggetti.
Sabato pomeriggio, invece, saranno aperte al pubblico due mostre: “A Sud di nessun Nord” con le foto itineranti di Nicola di Marco, e “Caleidoscopio” a cura di Alessandro Reina e Sasvati Santa Maria.  Le mostre, come anche il mercatino, rimarranno aperte fino al 6 gennaio e saranno accompagnate da altre attività come un laboratorio e un teatro per bambini (30 dicembre e 4 gennaio), l’apertura della biblioteca del mare dedicata al poeta e scrittore di Romagnolo Natale Petrucci (3 gennaio) ela Tombola dei Mari del Sud il 6 gennaio.

Durante l’ultima giornata la manifestazione darà spazio ai giovani talenti di Brancaccio, chiudendosi sulle note dal concerto dell’Orchestra Giovanile e del Coro del quartiere a partire dalle ore 11.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com