PoliticaPrimo Piano

Il Governo diffida sui rifiuti la Sicilia

Il Governo diffida sui rifiuti la Regione e vuole commissariare la Sicilia, l’annuncio avviene tramite facebook. A renderlo noto il sottosegretario Davide Faraone sulla pagine del social network: “Il governo, con un intervento della Presidenza del consiglio dei ministri, proposto dal ministero dell’Ambiente ha attivato, in materia di rifiuti, la procedura di esercizio del potere sostitutivo sul governo regionale siciliano. Troppi ritardi, grave situazione igienico sanitaria e debiti alle stelle. Non si può più stare a guardare”. Prosegue :”Entro 30 giorni – spiega – si dovrà ridefinire la perimetrazione degli ambiti territoriali ottimali (Ato) e il numero andrà ridotto da 18 a 5 (isole comprese). Entro 120 giorni dalla nuova perimetrazione, gli Ato andranno resi operativi. Entro 60 giorni, andrà adeguata la legislazione regionale in materia di gestione dei rifiuti urbani e in particolare, andrà organizzato il servizio, scelta la forma di gestione, determinate le tariffe per i cittadini (per quanto di competenza) e criteri di affidamento della gestione e relativo controllo”. “Entro 60 giorni – continua – andrà approvato il piano regionale di gestione dei rifiuti. Se la Regione Sicilia non porterà a temine quanto stabilito nella diffida – aggiunge – il governo nominerà un Commissario per sbloccare questa situazione. Stiamo parlando di una regione, la Sicilia, ultima in Italia per la raccolta differenziata (appena al 9%). Stiamo parlando di discariche al collasso e di debiti che si sono sommati fino a sfiorare i 2 miliardi di euro”.
La risposta di Crocetta arriva immediata durante la conferenza stampa che il governatore ha convocato dopo l’approvazione del ddl sull’acqua pubblica. “Faraone forse fa il messo notificatore del Governo – dice – A parte l’ironia, perché non chiamava l’assessore ai Rifiuti invece di fare un comunicato stampa su una decisione che non gli appartiene. “Non occorre che Renzi, nè Faraone ci dicano come fare sui rifiuti”. Replica anche l’assessore ai Rifiuti Vania Contrafatto: “Abbiamo ricevuto la nota questa mattina, ne abbiamo preso contezza. Ora vedremo quali sia la regolamentazione del settore, con le indicazioni che vengono date dalla presidenza del Consiglio dei ministri il cui scopo è identico al nostro: mettere chiarezza e dare soluzioni veloci”. E conclude: “Prendo la nota come uno stimolo a fare meglio non come una critica o altro”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: