Tempo Libero

Il disturbo distimico, che cos’è?

Il disturbo distimico è caratterizzato  dalla presenza di umore depresso che persiste per la maggior parte della giornata.

Le caratteristiche manifestazioni del disturbo sono “inadeguatezza, mancanza di produttività, colpa, irritabilità, rabbia, ritiro sociale.

Il termine distimia o cattivo umore sostituisce nel 1980 la nevrosi depressiva detta anche nevrotica. Il disturbo è frequente tra le persone sposate e giovani e in quelle a basso reddito. Il disturbo spesso è accompagnato da ansia  con attacchi di panico e dal disturbo borderline di personalità.

Il disturbo distimico e’  cronico senza connotazioni di malattia ma caratterizzato dalla presenza continua dei sintomi. Caratteristiche principali della distimia sono sentirsi tristi, giù di corda e il vedere tutto nero …. cioè quando la vita va a rotoli .

Gli affetti da tale sindrome possono essere sarcastici, nichilisti, meditabondi, esigenti, reclamanti, rigidi e presentano le caratteristiche di insonnia, ridotta autostima, rallentamento psico motorio, ridotta pulsione sessuale con preoccupazione ossessiva per la salute. Ancora segno di distimia e’ l’incapacità a mantenere intimità emotiva con conseguente impotenza nei rapporti di coppia.

Paolo Santoro

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com