Primo Piano

AL VIA I LAVORI A SANTA MARIA DEI ROTOLI – IN ARRIVO 400 LOCULI

Iniziano da oggi i lavori per la realizzazione delle basi in cemento armato, dove verranno installati gli oltre 400 loculi in arrivo nelle prossime settimane. Si tratta di loculi supplementari lungo i viali Santa Maria e Santissima Trinità presso il cimitero di Santa Maria dei Rotoli. L’obiettivo è ridurre le oltre mille salme insepolte che si trovano nei vari depositi allestiti nel camposanto. I nuovi posti si aggiungono ai 425 già acquistati dal Comune.

L’avvio dei lavori si inserisce nel progetto finanziato con Accordo quadro, deliberato la scorsa settimana dalla Giunta comunale e che prevede la manutenzione degli edifici e delle sepolture di proprietà dell’amministrazione nei cimiteri cittadini, la collocazione di loculi ipogei e la riparazione forno crematorio.

Il progetto ammonta a un milione e 650 mila euro e la fonte del finanziamento riguarda il contributo di 2 milioni di euro, assegnato al Comune di Palermo ai sensi dell’articolo 1, comma 880, della legge 30 dicembre 2021, n. 234 con decreto del Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali-Direzione Centrale per la Finanza Locale del Ministero degli Interni del 09/02/2022. I restanti 350 mila euro verranno impiegati per le opere di allaccio della fognatura al nuovo forno crematorio, la cui realizzazione è in fase di approvazione.

“L’avvio di questo processo di riqualificazione del cimitero, atteso da tempo dai palermitani, arriva dopo intense settimane di lavoro, iniziato fin dal giorno del mio insediamento. Quella dell’emergenza sepolture è sempre stata una priorità della nuova amministrazione e con l’inizio dei lavori diamo finalmente un segnale concreto alla città con l’obiettivo di restituire una adeguata sistemazione alle salme e dare una prima e concreta risposta a tutti i parenti, costretti a piangere i propri cari in una condizione indecorosa. Da qui in avanti sarà dovere mio e di questa amministrazione vigilare su un processo di lavori che possa portare al recupero di più posti possibili per le sepolture”, afferma il sindaco Roberto Lagalla.

L’ex Assessore ai cimiteri Antonino Sala replica tramite i social ” I lavori sono stati appaltati durante la mia carica di assessore, ma per cause imprevedibili, quali piano della sicurezza mancante, attacco hacker al Comune e problematiche Covid, il cantiere non è partito nei tempi previsti . Oggi, solo dopo meno di un mese, “qualcuno” comunica che è tutto merito suo e ha mantenuto l’impegno; ma la cosa importante è comunque dare degna sepoltura ai nostri concittadini ”

Caterina Guercio

Articoli Correlati

Un commento

  1. Petronilli e losca gente simulano reato Cel industria proferiscono parolacce per strada simulano reato con cellulare,mala e losca gente e minacce ha detto:

    Hanno finalmente fatto qualcosa? Miracoli…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button