Cronaca

I cittadini puliscono Palermo, partendo dalla targa di Caponnetto

Armati di scope, sacchi e palette si sono dati appuntamento ieri mattina davanti alla targa intitolata ad Antonino Caponnetto per ripulirla da erbacce e rifiuti.

Una decina di persone sono scese in campo nella piazzetta ex Giachéry, dedicata dall’amministrazione comunale nell’ottobre dello scorso anno al giudice antimafia, per “fare la nostra parte e ricordare come merita un uomo che ha fatto tanto per la nostra città. Abbandonata a se stessa e ingoiata dalle sterpaglie, la lapide commemorativa è tornata oggi allo stato in cui si trovava il giorno dell’inaugurazione, avvenuta poco più di sei mesi fa.

L’iniziativa, chiamata “Re-take Palermo”, è stata lanciata dal Movimento Libera Rappresentanza, presieduto da Girolamo Foti.Caponnetto fu il capo del pool antimafia dal 1984 al 1990, dopo l’assassinio di Rocco Chinnici. Fu proprio lui a volere accanto a sé Giovanni Falcone, Paolo Borsellino, Giuseppe Di Lello e Leonardo Guarnotta. La loro attività portò all’arresto di più di 400 uomini legati a cosa nostra. E proprio questa mattina otto uomini della Rap sono intervenuti nella piazza, di fronte al carcere Ucciardone, dove si tenne il Maxiprocesso, per completare il lavoro iniziato ieri dall’associazione.

Girolamo Foti afferma che è solo l’inizio di questa rivolta contro il degrado. Sperando che altri cittadini, movimenti, associazioni si uniscano a loro. Si spera di diventare un esercito in città armati di scope e palette alla mano per contribuire alla pulizia della città.Il prossimo raduno di “Re-take Palermo” si terrà sul ponte Oreto.

Daniela Spadaro

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: