PoliticaPrimo Piano

Hooligans a Roma, Corrao presenta interrogazione alla Commissione Europea

“Tralasciando le responsabilità delle autorità preposte alla sicurezza a Roma, ritengo le disgustose scene della Capitale come l’ennesima prova della necessità di interventi europei atti a ridurre al minimo il rischio di incidenti e danni in occasione di competizioni sportive transnazionali. L’Unione Europea ha investito ingenti risorse sul tema della sicurezza durante questi eventi e ha predisposto una serie di azioni, specie negli ultimi 6 anni. Mi sembra sia arrivato il momento di valutare l’efficacia di tali azioni ed eventualmente di aggiornarle sulla base di esperienze come quella di Roma”.

L’europarlamentare M5S Ignazio Corrao interviene con una interrogazione alla Commissione Europea sugli eventi del 19 febbraio scorso a Roma quando i tifosi del Feyenoord giunti nella capitale per assistere ad una partita di calcio, hanno devastato il centro della capitale italiana, a causa di piani di sicurezza che nei fatti non hanno funzionato.

“Il nostro paese viaggia come sempre a due velocità,  – aggiunge l’eurodeputato M5S – si manganellano gli studenti e si lasciano gli hooligans urinare per Via dei Condotti. Rimangono il danno d’immagine ad una nazione, l’Italia, messa sotto scacco da quattro balordi, ed il danno economico, dato il danneggiamento al patrimonio artistico della capitale. La Commissione Europea chiarisca se è il caso di valutare in maniera approfondita l’efficacia di strumenti quali il “Programma di lavoro europeo 2014-2016 sulla minimizzazione dei rischi per la sicurezza e l’ordine pubblico collegati ad eventi sportivi, in particolare calcistici” o l’utilizzo dal 2009 ad oggi dei fondi per iniziative di formazione e cooperazione connesse al Pan European Training for police commanders, intelligence officers, and National Football Information Points staff “.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button