Cinema-Teatro-MusicaPrimo Piano

Guitti e peste: il Decamerone narrato da Stefano Accorsi

Al di là di una stretta considerazione sull’opera messa in scena da Marco Baliani nel suo soggettivo e ben costruito Decamerone, preme mettere in risalto le ottime doti di narratore del bravo Stefano Accorsi in un grande sforzo mnemonico degno dei più noti maestri del teatro quali Gassman ed Albertazzi.

Tale qualità ha permesso al protagonista di spaziare nelle 7 novelle scelte dal regista con duttilità e tenuta scenica. Ottima la scelta dei componenti della compagnia tutti in parti ben ritagliate. Le scelte linguistiche ci fanno ricordare di possedere tesori altrettanto belli come i nostri paesaggi, l’uso delle quali ci rendono più aperti alla possibilità di altre esistenze.

Il narrato o il cunto servono a Boccaccio quale esorcismo in un mondo reso orribile dall’alitar di morte drammaticamente attuale eufemisticamente riconducibile alla peste che martoriò Firenze nel 1352. Quindi per dimenticare…. narrare per sentirsi ancora vivi dimentichi di prepotenze…mafie…corruzioni…malaffari che come la peste ammorbano la civil società.

Raccontare storie ridicole erotiche rozze spietate grottesche paurose può servire allo scopo, perché anche se amorazzi da bordello… le puzzonate… quelle trovate che spingono al riso mostrano tuttavia un’amarezza lucida che risveglia la coscienza nella riflessione e spingono alla critica drammaticamente spietata con pochi appelli e senza attenuanti.

Riconoscimento delle proprie fragilità ridendo. Questo il proposito della regia. Bella la scena unica con un moderno carro di tespi da dove gli upocritas guitti attori entrano ed escono……. alcova prima….. casino dopo…. palco per monacali arringhe… ed altro.

Se non vi è piaciuto “non lo si è fatto apposta” cosi concludevano le rappresentazioni gli attori girovaghi della commedia dell’arte…..ma la frase in questo caso per noi è fuori luogo .

Repliche fino a mercoledì 28 gennaio al Teatro Stabile di Palermo “Biondo”

Paolo Santoro 

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com