Primo Piano

FRANA SULLE MADONIE: GENNUSO “UN ALTRO SCHIAFFO ALL’ECONOMIA DEL COMPRENSORIO

FRANA SULLE MADONIE: GENNUSO “UN ALTRO SCHIAFFO ALL’ECONOMIA DEL COMPRENSORIO. SI RISOLVA AL PIU’ PRESTO. BASTA ALLE MADONIE COME UN TERRITORIO DI SERIE B”

 

FRANA SULLE MADONIE: GENNUSO “UN ALTRO SCHIAFFO ALL’ECONOMIA DEL COMPRENSORIO

PALERMO, 4 febbraio 2022 – “Le frane di Polizzi Generosa e Petralia Sottana sono un altro schiaffo all’economia madonita. Non bastava già la viabilità ai minimi storici sulle Alte Madonie dopo la chiusura del viadotto Blufi-Castellana e la sempre più precaria situazione allo svincolo di Irosa.

Le frane che hanno colpito il cuore delle Madonie sono la conseguenza di anni di pressapochismo e disinteresse da parte di istituzioni verso uno dei cuori pulsanti e produttivi della provincia di Palermo.
Bene il sopralluogo dell’ingegnere Cocina, capo della protezione civile regionale, ma adesso si proceda speditamente mettendo in sicurezza l’intera zona e cercando di ridurre i disagi per gli operatori economici della zona.

Siamo in pieno inverno e Piano Battaglia è l’attrazione montana del turismo invernale nel palermitano: la strada che da Polizzi conduce alla località turistica è stata chiusa. Un problema che va risolto al più presto.

Le Madonie sono un territorio che, nonostante le oltre 16mila aziende sia agricole che zootecniche, i 7 presidi slowfood, le meraviglie naturalistiche e i diversi hub produttivi, sono spesso messe in secondo piano.

I tanti agricoltori ed operatori dell’area non possono essere trattati come cittadini di serie b” – così il Segretario Regionale del Movimento Cristiano Lavoratori della Sicilia Giuseppe Gennuso, anch’egli madonita, impegnato da anni a supportare imprenditori agricoli ed esercenti del comprensorio attraverso l’associazione di categoria.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button