Formazione Sicilia, inchiesta Ciapi: sequestro di beni da 100 mln

Foto internet

Beni per un valore complessivo superiore a 100 milioni di euro sono stati sequestrati a Palermo dalla Guardia di finanza. Il sequestro è scattato nell’ambito che nel giugno dello scorso anno portò all’esecuzione di 17 ordinanze di custodia cautelare per irregolarità nelle procedure di aggiudicazione di appalti nel settore degli eventi pubblici in Sicilia e per l’illecita percezione di contributi pubblici per oltre 15 milioni di euro da parte dell’ente di formazione Ciapi di Palermo.

Soldi provenienti dal Fondo sociale europeo (Fse) e destinati alla realizzazione del progetto Coorap. Le Fiamme gialle scoprirono anche fatture per operazioni inesistenti per oltre 40 milioni di euro.

In particolare, il Nucleo di polizia tributaria ha dato esecuzione ad un provvedimento di sequestro preventivo, emesso in via d’urgenza dalla Procura, nei riguardi di quattro società e, nella forma ”per equivalente”, di disponibilità patrimoniali e finanziarie riconducibili all’entourage del principale indagato, accusato di ”avere illecitamente ottenuto, anche per progetti diversi dal Coorap, ingenti contributi pubblici”.

Adnkronos

Exit mobile version