PoliticaPrimo Piano

Formazione nel caos, altri 800 licenziamenti. M5S: “E’ inumano, l’assessore subito in Aula”

800 nuovi licenziamenti scattano nel pianeta formazione.  A perdere il lavoro saranno i dipendenti di Enfap ed Enaip, che già avevano avuto il preavviso dell’ atto che i lavoratori dei due enti giudicano illegittimo perché “in spregio alla l.r.24/76 e in violazione del CCNL”.

“E ‘assurdo e inumano – afferma il deputato del M5S all’Ars, Francesco Cappello – che ai piani alti della Regione le grida di lavoro di questa gente e delle loro famiglie non arrivino nemmeno. Il mondo della formazione è stato costellato da sperperi, gestioni tutt’altro che limpide e da traffici illeciti che andavano certamente interrotti e denunciati, siamo noi i primi a dirlo, ma non è ammissibile che drammi familiari di migliaia di famiglie passino sotto silenzio. Questo mondo, che è stato un enorme bacino clientelare, va ridisegnato totalmente, ma al netto di questo le persone vanno rispettate, cominciando anche col pagare chi ha lavorato e attende decine di stipendi arretrati. Una delle cose più assurde , infatti, è che si permette il licenziamento a Enti che da un lato sono debitori di almeno 20 mesi di retribuzioni ai propri dipendenti e dall’altro hanno goduto del finanziamento”.

Per il M5S bisogna fare qualcosa e bisogna farla subito. Per questo il Movimento chiede che l’assessore Lo Bello vada subito in aula a riferire.

Chiarimenti sulla questione “Piano giovani” e “Garanzia giovani” chiede invece il capogruppo del M5S Valentina Zafarana, che sollecita l’audizione in commissione  Lavoro dell’assessore Lo Bello

“E questo – dice Valentina Zafarana – anche alla luce della pesantissima perdita dei fondi Pac, avvenuta a causa dell’incompetenza e delle manovre politiche non del tutto limpide dell’ex assessore Scilabra”.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button