Politica

Forconi, Martino Morsello: “L’Italia è nel baratro”

Martino Morsello. Foto Internet

Torna a parlare il Popolo dei forconi. Dopo le proteste dello scorso anno e la candidatura alle scorse elezioni,  Martino Morsello Presidente Movimento dei Forconi illustra a “Il Moderatore” le sue idee.

“L’Italia è nel baratro”dice. “La nostra classe politica -continua- è costruita sull’illegalità: sentiamo parlare di ruberie,  corruzione e mafia”. Di recente Morsello ha dichiarato che Forza Nuova è l’unico interlocutore politico. Alla domanda se questa intesa possa essere un autogol vista la posizione di estrema destra, Morsello spiega che gli unici  veri rivoluzionari sono solo quelli Fn. “Ormai tutti parlano di rivoluzione-dichiara-: dai più moderati fino a Ingroia”. Ne ha anche per Silvio Berlusconi, per cui il suo show a “Servizio Pubblico” è sembrato essere camuffato e concordato.

Sulla situazione di oggi  osserva che le imprese crollano, e se manca il denaro circolante non c’è più ripresa. Secondo Morsello,  la via per uscire dalla crisi è tornare a moneta sovrana. “Chi gestisce la moneta gestisce tutti i settori”, spiega. “Ormai l’euro è in mano a quattro malfattori”, rincara la dose. A sostegno della sua tesi, cita la Gran Bretagna che mantenendo la sua Sterlina si è dimostrata lungimirante.

“L’alta finanza-dice- ci ha imposto questa moneta e ora il popolo soccombe”. Quanto alla loro visibilità, spiega che giornali e tv sono nelle mani delle grandi industrie e “abbiamo grandi difficoltà ad esprimerci”. L’azione del popolo dei forconi che si ricorda maggiormente  è  la mobilitazione dello scorso anno, con camion bloccati lungo le strade e autostrade della Sicilia. Alla domanda se è possibile vedere nuovamente una ribellione come quella, assicura che stanno montando la protesta.

Matteo Melani

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: