Economia e LavoroPrimo Piano

Palermo, flashmob della magistratura onoraria: non siamo “Paria” della giustizia

Lo sciopero del pane e delle rose (bread and Roses) risale al 1912, è un famoso sciopero dei lavoratori dell’industria tessile , dopo la riduzione del salario e contro le condizioni lavorative, nella città di Lawrence.

 

Lo slogan “vogliamo il pane ma anche le rose” esplicita la rivendicazione dei diritti collaterali alla corresponsione del salario. Non solo il pane ma anche le tutele nel nostro caso. Per questo essendo noi lavoratori sfruttati dal nostro datore di lavoro ( lo Stato) chiediamo a gran voce “le rose” , le tutele giuslavoristiche che ci sono dovute.

 

Lo stesso simbolo della rosa venne da noi magistrati onorari utilizzato con analogo significato nel 2016 prima della approvazione della riforma Orlando sulla magistratura onoraria; nel corso dell’ inaugurazione della anno giudiziario in 21 distretti vennero consegnate delle rose ai rappresentanti del ministero ( a Palermo Direttamente all allora ministro Orlando).

 

Questo è il senso del nostro gesto – dichiara il vice procuratore onorario Giulia Bentley –  ognuno di noi con codice e rosa rossa. Io stessa nel corso dell’ inaugurazione anno giudiziario 2016 consegnai all’allora ministro Orlando una rosa cui erano attaccati dei biglietti con l’indicazione dei diritti negatici.

Sono passati quattro anni e due governi e ancora siamo visti dal legislatore come i ” Paria” della giustizia.

Related Articles

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com