EnogastronomiaPrimo Piano

Fiasconaro, dal Nord al Sud il panettone unisce l’Italia

Ben 37 maestri pasticceri provenienti da tutta Italia si sono dati appuntamento a Torino per la terza edizione della manifestazione ‘Una Mole di Panettoni’.

Sabato 29 e Domenica 30 novembre, nei suggestivi spazi del Museo del Risorgimento (siamo all’interno del meraviglioso e storico Palazzo Carignano, nel cuore del capoluogo piemontese), l’evento, a ingresso libero, riunisce le eccellenze di questo squisito prodotto della ‘bianca arte’ della pasticceria, il panettone appunto, nato a Milano più di 500 anni fa ma ormai prodotto in più varianti, e in maniera squisita, lungo tutto lo Stivale.

Liscio, farcito, con o senza glassa, ripieno di crema, cioccolato o gelato, con o senza uvetta o frutta candita… la tradizione meneghina del panettone si rinnova ovunque in Italia secondo l’estro e la fantasia di tanti artigiani pasticceri. Un esempio su tutti sono i panettoni Fiasconaro (azienda dolciaria siciliana di Castelbuono – PA) che, pur mantenendo le caratteristiche tipiche della lavorazione artigianale, sono distribuiti e apprezzati su tutto il territorio nazionale e in molti Paesi all’estero.

DALLE ALPI ALLA SICILIA

Nell’ambito della manifestazione è in programma sabato 29 novembre (ore 15.30-17.30) l’appuntamento ‘Dalle Alpi alla Sicilia’, un esclusivo incontro/scontro gastronomico fra Walter Eynard, chef ‘stellato’ delle valli pinerolesi, e Nicola Fiasconaro, maestro pasticcere siciliano di Castelbuono (PA). Una sfida gourmand a quattro mani che integra tradizione e creatività, piemontesità e insularità, cucina e pasticceria. La sorpresa è assicurata: per l’occasione Nicola Fiasconaro presenta un panettone-scultura che riproduce la Mole Antonelliana( universalmente riconosciuta come simbolo di Torino).

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button