Economia e LavoroPrimo Piano

Ferrovie, sindacati scrivono a Ministro Lupi e a Crocetta

Foto da Internet

“Non siamo  disposti a trattare una eventuale riduzione del servizio universale ferroviario garantito dai treni a lunga percorrenza e dalle navi traghetto ferroviarie impiegate nello Stretto di Messina, piuttosto chiediamo un confronto serio sull’ammodernamento della flotta navale e delle carrozze in composizione ai treni a lunga percorrenza  per aumentare l’offerta attualmente insoddisfacente, e sul rilancio del trasporto merci su rotaia con politiche regionali mirate, con la possibilità di  accedere alle sovvenzioni indicate nella legge di stabilità 2015 “.

A dire no cosi  alla  paventata dismissione del servizio di traghettamento sullo Stretto, sono  i sindacati in una lettera inviata  al Ministro dei Trasporti,  al Presidente della Regione Crocetta e a Ferrovie dello Stato.

“Si tratta del mancato rispetto di un diritto costituzionalmente garantito – scrivono i sindacati- ,  solo l’attuale organizzazione del servizio ferroviario garantisce la continuità territoriale dell’isola, pertanto, la sua scomparsa o la sostituzione con soluzioni alternative che prevedano per  i cittadini l’attraversamento dello Stretto da semplici pedoni, rappresenterebbe un ulteriore colpo allo sviluppo economico dell’isola, marginalizzandola e incrementando il gap rispetto al resto del paese in termini di infrastrutture e collegamenti ferroviari veloci” concludono i sindacati.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com