Expo 2015, flop Cluster Bio Mediterraneo. Parlano i protagonisti

Il presidente della Regione Siciliana Rosario Crocetta ha indetto per questo pomeriggio una conferenza stampa sui temi dell’Expo a seguito della brutta figura legata alla vicenda del Cluster Bio Mediterraneo. Insieme a lui  il dirigente generale Dario Cartabellotta e l’assessore all’Agricoltura  Nino Caleca.

“La Sicilia – afferma Crocetta- partecipa con un proprio padiglione, che è stato pronto prima di quello della Lombardia. Abbiamo un sacco di visitatori e le aziende sono contente. La questione del Cluster è tutta un’altra storia”

Crocetta fa sapere che lo spazio espositivo del Cluster Bio Mediterraneo è stato consegnato dagli organizzatori di Expo il 30 di aprile, “senza copertura, senza impianto wi fi “. La frittata ormai è fatta, il danno di immagine alla Sicilia rimarrà immortalato da quella foto che ritrae Cartabellotta con la scopa in mano.

Il presidente puntualizza che non ha alcuna intenzione di sospendere le attività e il comitato di supporto nasce proprio per cercare di recuperare il più possibile. Fatto sta che – come dice lo stesso Crocetta – “le criticità dipendono da Expo”. Crocetta inoltre dichiara in conferenza che sta valutando l’idea di intentare un’azione civile di risarcimento. Il Cluster non chiude.

Exit mobile version