Arte e CulturaPrimo Piano

Etica Civile: presentato il Forum Nazionale di Palermo (di A. Cuva)

Etica Civile
Presentato il Forum Nazionale di Palermo
di Angelo Cuva

Il Coordinamento di Etica Civile, composto da 14 realtà nazionali (Azione Cattolica Italiana, Aggiornamenti Sociali, Centro Bruno Longo, Centro internazionale Studenti Giorgio La Pira, FOCSIV, Fondazione Finanza Etica, Fondazione Lanza, FUCI, Incontri, Istituto di Formazione Politica Pedro Arrupe, Movimento Ecclesiale di Impegno Culturale, Movimento Eucaristico Giovanile, Opera per la Gioventù Giorgio La Pira, Sapereambiente), ha presentato il percorso verso il IV Forum nazionale di Etica Civile – che si terrà a Palermo il 18-19 novembre 2023. L’obiettivo dell’iniziativa è quello di lavorare insieme per la piena valorizzazione di quei processi e progetti culturali e sociali che possano fare crescere e migliorare la società civile nella sua capacità di potere fare anche da stimolo alla classe politica e agli altri apparati istituzionali.

In vista dell’appuntamento di Palermo, è stata lanciata una Call for paper che invita a inviare contributi entro il 10 dicembre 2022 in forme di riflessioni testuali ma anche artistici e/o multimediali, dedicati a parole, pratiche e figure dell’etica civile. I contributi selezionati saranno presentati nei tre eventi preparatori che svolgeranno a Firenze il 28 gennaio 2023 (“Per una cittadinanza mediterranea”), Bari 4 marzo 2023 (“La democrazia alla prova dell’infosfera”) e Torino 6 maggio 2023 (“Pace sulla terra, pace con la terra”).
All’incontro di presentazione online sono intervenuti il coordinatore del Forum Etica Civile Simone Morandini della Fondazione Lanza (Padova), la presidente nazionale FUCI Allegra Tonnarini e p. Gianni Notari S.J., direttore dell’istituto di formazione politica “Pedro Arrupe” di Palermo.

Padre Gianni Notari, ha sottolineato che “Palermo non è stata certo una scelta di ripiego perché è una città dove si sperimenta da una parte una forte tensione al cambiamento – e dall’altra si vive la sofferenza di una serie di lacerazioni come la presenza della mafia o la mancanza di lavoro. Dentro la società civile spesso registriamo un forte desiderio di cambiamento dettato da tanta ricchezza di energie e di esperienze positive capaci di tradursi in buone pratiche di solidarietà, giustizia e promozione del bene comune. Palermo, pertanto, sarà un luogo capace di accogliere l’esperienza diversificata del Forum proprio per i suoi contrasti, la sua multiculturalità e la sua ospitalità. Il Forum potrebbe essere una buona occasione per indicare nuove prospettive dove sia possibile costruire un’etica civile in uno spazio pubblico per una società poliedrica”.

“Il Forum è una convergenza di soggetti diversi – ha affermato Simone Morandini della Fondazione Lanza – che operano a vario livello in varie parti d’Italia e che condividono la passione per la Civitas declinata nell’Etica Civile. Siamo volti e prospettive differenti uniti dalla volontà di ricercare assieme il dialogo tra vari mondi culturali”.
Nella presentazione è stato precisato che i contributi potranno riguardare sei specifiche aree tematiche: Informazione/comunicazione: l’orizzontalità del sapere e la larga diffusione delle informazioni – ma anche le forti concentrazioni che minano il pluralismo – pongono interrogativi sull’etica della comunicazione; Pace e non violenza: il concetto di pace non si traduce nell’assenza di azione ma in un impegno alla costruzione del bene comune e della convivenza non violenta dei popoli; Cultura, ricerca e luoghi dei saperi: la critica all’intellettualismo talvolta tradisce una concezione della cultura come strumento di esclusione sociale, mentre la finalità del sapere è nell’inclusione e nel progresso sociale; Partecipazione democratica: il tema interpella profondamente le realtà associative; Salute come diritto universale: l’esperienza della pandemia ha mostrato come la salute sia indissolubilmente intrecciata a diversi aspetti sociali: dall’educazione al lavoro, dalla qualità della democrazia all’estensione della cittadinanza; Sviluppo di una società sostenibile: la ricerca di un ben-essere sostenibile esige uno sguardo integrale sulla realtà. La cultura c

he è alla base dei nostri modelli di convivenza modella anche l’ambiente sociale e naturale che abitiamo.
Si potranno inviare testi essenziali (massimo 10000 battute), brevi videoclip (massimo 5’) e contributi artistici (foto, installazioni, opere concettuali, brevi brani musicali) accompagnati da essenziale commento testuale. I materiali vanno inviati a forumdieticacivile@gmail.com indicando nella mail a quale/quali area/e fa riferimento il file allegato.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com