EsteriPrendo quotaPrimo Piano

Esteri: F-35B inabissato per una “copertura antipioggia” di pochi euro

Secondo quanto riportato dal tabloid inglese, The Sun, il recente incidente di un F-35B britannico avvenuto durante il decollo dalla HMS Queen Elizabeth sarebbe stato causato da una copertura antipioggia non rimossa prima del decollo. L’ F-35B appartenente allo squadrone 617 della RAF, Royal Air Force, si era inabissato nel Mar Mediterraneo poco dopo il lancio dalla portaerei britannica il 17 novembre 2021.

F-35B RAF Foto Royal Navy

L’aereo era uno degli otto F-35B britannici attualmente imbarcati, insieme ad altri 10 F 35B appartenenti al Marine Fighter Attack Squadron 211 dell’US Marine Corps, a bordo della portaerei inglese nella sua prima crociera operativa (soprannominata CSG-21). Il pilota si è eiettato ed è stato soccorso e riportato a bordo. All’indomani dell’incidente, il Segretario alla Difesa Ben Wallace, come citato dal corrispondente della BBC, Jonathan Beale, ha fornito alcuni ulteriori dettagli, affermando che l’F-35 si è inabissato subito dopo il decollo dalla portaerei e che i voli operativi e di addestramento a bordo della HMS Queen Elizabeth sono continuati nonostante l’incidente… (segno che la causa principale dell’incidente era probabilmente immediatamente nota e, soprattutto, non indicava un problema tecnico/guasto).

Un FA-18F recuperato dagli Stati Uniti nel Mar Arabico nel 2015. Foto US Navy.

L’attività di volo, infatti, non è stata interrotta e tutti gli F-35B compresi quelli del Corpo dei Marines degli Stati Uniti, dell’Aeronautica e della Marina Italiana, hanno potuto partecipare a un’esercitazione congiunta al largo delle coste italiane che includeva operazioni di cross deck. Da indiscrezioni, il tabloid inglese, riferisce che potrebbe essere stata una “copertura di plastica di pochi euro” che è stata lasciata durante il decollo.

Mappa dove si e inabissato l’F-35

Se fosse confermato, lo schianto dell’F-35B sarebbe stato causato da una catastrofica catena di fallimenti (da più di una persona sul ponte della portaerei) nel seguire le normali procedure di taxi e take off, che includono sicuramente molteplici controlli visivi che vanno: dell’effettiva rimozione dei coperchi delle prese d’aria dei motori e  alla rimozione di fascette in tessuto o plastica di colore rosso con su scritto “Remove Before Flight” (Rimuovere prima del volo) per attirare l’attenzione e prevenire questo tipo di incidenti.

Portaerei Queen Elisabeth Foto Press Association

Adesso si attende che le indagini forniscano dettagli più precisi sulle cause dell’incidente. Nel frattempo sono ancora in corso le operazioni di recupero dell’F-35B. Una delle sfide sarà recuperare il relitto il più rapidamente possibile per facilitare le indagini e…evitare “i curiosi”, russi e cinesi, che vorrebbero saperne di più sull’F-35.

Fabio Gigante

 

 

 

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button