CronacaPrimo Piano

Esclusi dal bonus della formazione docenti precari ed Ata, l’Associazione Nazionale Insegnanti e Formatori avvia il ricorso al Tar.

Docenti precari e Ata esclusi dal bonus  di 500 euro destinati all’aggiornamento , scelta inspiegabile a detta dell’Associazione Nazionale Insegnanti e Formatori che ha avviato a titolo gratuito un ricorso al tar.

Obbligo di formarsi in servizio dettato dalla riforma 107/2015 , con gli stessi obblighi dei colleghi beneficiati dal finanziamento.

 Nel decreto di attivazione del bonus il Miur si è dimenticato di loro. Perdendo un’occasione importante, perché la somma, da rendicontare entro il 31 agosto 2016, permetterà per la prima volta al personale della scuola di accedere ad una formazione a scelta e a spese del proprio datore di lavoro, quale è lo Stato. Tutte le spese di dell’impugnazione saranno assunte dall’Anief. Adesioni on line entro il 19 novembre.

Marcello Pacifico (presidente Anief): “Solo quest’anno saranno almeno 300mila i lavoratori illegittimamente esclusi. Eppure sono oggetto di votazione attiva e passiva riguardo i piani di attività svolti all’interno delle scuole. Inoltre, da contratto hanno diritto al medesimo salario accessorio dei colleghi assunti a tempo indeterminato. Il motivo della loro esclusione è solo uno: far risparmiare alle casse dello Stato oltre 150milioni di euro annui”. 

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button