Economia e LavoroPrimo Piano

Eni, Cisl Sicilia: “Accordo positivo grazie alla mobilitazione”

“Un accordo positivo, che arriva a valle della mobilitazione dei giorni scorsi. E che garantisce i livelli occupazionali, tanto per i lavoratori del diretto che per quelli dell’indotto”. Così il segretario della Cisl Sicilia Maurizio Bernava e il segretario Cisl per le province del centro-Sicilia, Emanuele Gallo, sull’accordo sottoscritto in mattinata al Mise, a Roma, tra Eni e sindacati, presente il ministro Federica Guidi.

Per Bernava e Gallo, “è positivo che, dopo la rottura delle trattative nella serata di ieri, sia stata raggiunta un’intesa che evita il continuo conflitto sociale”. Ma per i due sindacalisti è positivo anche che, grazie alla mobilitazione dei lavoratori e alla disponibilità del ministro, l’accordo muova “dal rispetto degli impegni già sottoscritti e dal riavvio della Linea 1”.

Così, sottolineano Bernava e Gallo, sarà ora possibile avviare un processo occupazionale nuovo per tutti i lavoratori, che “deve però vedere coinvolto costantemente, quale garante, il governo nazionale, sia in sede di coordinamento che di accompagnamento. E in vista dell’accordo generale da concludere a settembre”.

Nell’accordo di settembre, rimarcano il numero uno della Cisl Sicilia e il segretario Cisl di Agrigento-Caltanissetta-Enna, “dovrà essere confermato il rilancio del ruolo produttivo dell’Eni a Gela attraverso nuovi prodotti e attraverso lo sviluppo di nuove attività estrattive in grado di dare prospettive occupazionali solide”. Quanto al governo nazionale, per la Cisl dovrà giocare un ruolo importante con “nuove politiche industriali che sappiano attrarre investimenti, sia nelle aree bonificate che in quelle da bonificare”.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com