PoliticaPrimo Piano

Elezioni Regionali, ‘Palermo Più’ appoggia Rosario Crocetta

Il candidato Rosario Crocetta (foto Facebook)

Rosario Crocetta, candidato alla presidenza della Regione Sicilia di Pd, Udc, Psi ed Api, ha partecipato alla conferenza stampa indetta dall’associazione ‘Palermo più’ per ufficializzare il proprio appoggio al Sindaco di Gela.

Le motivazioni che hanno spinto l’associazione ‘Palermo Più’ ad appoggiare Rosario Crocetta alle prossime elezioni regionali sono chiarite da uno dei portavoce, Giuseppe Valenti: “La nostra decisione di appoggiare la candidatura di Rosario Crocetta nasce dopo un dibattito interno, sorto all’indomani delle Amministrative. Il nostro metodo è quello di dialogare con la gente, al centro del nostro metodo ci sono gli uomini. Non vogliamo nascondere la testa sotto la sabbia – prosegue Valenti – e sappiamo che un Presidente della Regione può fare molto, non deve dire solo cose belle ma deve essere anche in grado di attuarle”.

Ma da cosa nasce questo appoggio? “Rosario Crocetta è il portavoce di un’etica diversa – continua l’esponente di ‘Palermo Più’ –, di una politica diversa, che deve partire dalle cose semplici. C’è del buono in tutto e Rosario Crocetta può prendere tutto ciò che c’è di buono e farlo emergere. Nessun partito può andare a ‘tirargli la giacca’”.

Rosario Crocetta, dopo i dovuti ringraziamenti al Movimento ‘Palermo Più’ e alla Cia (Confederazione italiana agricoltori), che ha messo a disposizione i propri locali per la conferenza, ha affermato: “Non voglio entrare nel merito delle polemiche dettate dalle solite logiche demagogiche, parlo piuttosto delle tre coalizioni che si confronteranno: il centrodestra, responsabile del degrado in cui è precipitata la Regione Sicilia negli ultimi anni. Gli autonomisti, che propongono qualcosa che appare piuttosto antico. La mia candidatura invece punta a una rivoluzione delle dignità, in cui si vada al di là delle ideologie e degli appoggi partitici, in cui si considerino come protagonisti i cittadini”.

In merito al rapporto con Idv e Leoluca Orlando, Crocetta ha sottolineato: “Sono almeno due mesi che cerco di parlargli. Fino a stamattina l’ho chiamato e mi ha risposto Antonio Di Pietro. È stato molto cordiale e mi ha confermato che l’unico vero problema è l’appoggio dell’Udc. Ma io ribadisco che noi non abbiamo problemi ideologici, abbiamo un programma che va al di là dei partiti politici. Non capisco – prosegue – perché i Grillini e Idv, che si reputano anti ideologici, non riconoscono i mutamenti dei partiti”.

In seguito Crocetta ha focalizzato l’attenzione su alcuni punti specifici del suo programma: “La Sicilia deve dare una risposta alla globalizzazione negativa intrapresa a livello nazionale. Non guardiamo a una Sicilia del folklore bensì ad una Sicilia contemporanea, dove la carta sparisce. Non bisogna dimenticare che la burocrazia ha bloccato i fondi europei. Una risposta – ha continuato il candidato alla presidenza della Regione Sicilia – potrebbe venire dal ‘solare’. Basterebbe fornire i Comuni di pannelli solari per guadagnare circa 1 miliardo e 750 milioni, fondamentali per risanare il buco della Regione di oltre 5 miliardi. Poi altri 5 miliardi arriverebbero dalla Banca Centrale per gli investimenti. Un’altra risposta sarebbe l’Interporto, in grado di intercettare tutti i traffici europei e internazionali nel Mediterraneo”.

Sull’Antimafia: “Non deve essere prerogativa della Magistratura, proponiamo infatti un organo che faccia da intermediario tra la Commissione e gli imprenditori”, mentre per la lotta contro il racket “proponiamo incentivi per quegli imprenditori che denunciano il pizzo”.

“Bisogna fare la rivoluzione con individui che hanno voglia di cambiare, una vera rivoluzione siciliana con un’alleanza di persone oneste”, ha chiosato il candidato alle prossime regionali.

Ignazio Cusimano

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: