Cinema-Teatro-Musica

El toreador al Teatro Massimo

Camerino di Coraline con sfondo speculare del teatro e gustoso gioco di specchi come scena in cui i personaggi si articolano tra verità e farsa in attesa del “tutti in scena”Adam,autore dell’opera messa in scena al teatro Massimo,mette in rilievo il tema tanto in voga ai primi dell’ottocento  e cioè le corna vere o presunte e come queste possano coesistere nella commedia degli equivoci in una pochade divertente con un finale senza la sofferta e scontata drammaticità in un tutti insieme appassionatamente.

il boudoir di Corallina e il flauto di Tracolin determinano e conducono lo spettatore in uno scontato gioco delle parti dove l’unico a restare gabbato e’ il marito di Corallina che avvolto dentro il rimorso di aver tradito la moglie accetta inconsapevole la tresca tra il musicista e la sua Coraline in un perverso ménage a trois ben orchestrato dagli amanti a sua insaputa.

Magistrale la  interpretazione di Laura Giordano che dimostra grande capacità vocale nell’estensione degli acuti ben sostenuti nei timbri e nel colore.menzione altrettanto meritoria per Ugo Guagliardo nella parte di don Belfiore e Cristopher  Magiera che rende molto agilmente il ruolo di Tracolin.

Ci sprecheremmo ad insistere sulla capacità di direzione di Stefano Renzani di polso convincente nell’azione della bacchetta con una grande orchestra all’altezza della opera.

ricordiamo la data della prima rappresentazione che risale al 1849 commissionata dalla opera comique di Parigi.

Paolo Santoro

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: