EnogastronomiaPrimo Piano

Due giorni di workshop dedicati al pecorino Dop siciliano, il formaggio più antico d’Europa

Dagli addetti del settore è considerato il formaggio più antico d’Europa. È arrivato il momento di renderne pubblico il suo valore storico e culturale. Con queste premesse l’11 (con inizio alle 8,30) e 12 gennaio all’hotel Federico II Palace a Enna l’Onaf (Organizzazione nazionale assaggiatori formaggi) della Sicilia organizza, in collaborazione con il consorzio volontario per la tutela del pecorino siciliano Dop, la seconda edizione del workshop intitolato “I profili del gusto e prospettive commerciali del pecorino siciliano Dop”.

Due giorni di discussioni dedicati al più importante formaggio siciliano, con l’intento di attivare in tutta la regione un percorso di conoscenza e promozione benedetta da Onaf.

Si alterneranno diversi spazi di esperienze e divulgazione, con numerosi laboratori di valutazione sensoriale che prevedono degustazioni con compilazione di schede descrittive e a punteggio, finalizzate a redigere delle classifiche di prodotto e profili sensoriali dei pecorini siciliani Dop.

Nel pomeriggio di sabato una giuria di nove maestri assaggiatori Onaf redigeranno dei profili sensoriali di tutte le aziende in concorso che producono pecorino siciliano Dop. Al migliore sarà consegnato il premio Trinacria d’oro 2013.

«Intervenendo su un formaggio simbolo della Sicilia come il pecorino siciliano Dop – dice Pietro Pappalardo, delegato Onaf per la Sicilia orientale e ideatore del Premio Trinacria d’Oro – gli assaggiatori Onaf vogliono lanciare un segnale forte di presenza e interazione con il territorio, dando un piccolo contributo per innescare un necessario processo di sviluppo locale, integrato e sostenibile. Il workshop è un momento di crescita e confronto per tutto il comparto. Il concorso, inoltre, consente di dare un riconoscimento a coloro che tramandano la tradizione del pecorino siciliano Dop».

«Il concorso Trinacria d’oro per i pecorini Dop – dice Mauro Ricci, responsabile Onaf per la Sicilia Occidentale – vuole porre l’accento sulla produzione di questo formaggio, capofila di una produzione casearia siciliana ancora poco conosciuta. L’intenzione è dare risalto a chi, grazie a questo formaggio di pregio e di altissimo livello, è capofila di altre pregiatissime produzioni. Mi riferisco al maiorchino, al caprino girgertano, alla vastedda del Belice, al piacentinu e molti altri ancora. Si vuole contribuire a diffondere una forma di economia della caseificazione che ancora non riesce a vendersi come meriterebbe».

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: