Cinema-Teatro-Musica

Due appuntamenti pianistici al Conservatorio di Palermo

Carmen Sottile, foto ufficio stampa

Doppio appuntamento con la musica del Conservatorio di Palermo che per questa settimana programma due diversi eventi presso la Sala Scarlatti del Conservatorio (ingresso libero).

Si inizia martedì 14, alle ore 19, con l’anteprima della Stagione degli Studenti che avrà inizio il prossimo 24 aprile. Ad esibirsi saranno i promettenti Giovani Pianisti dell’Ecole Joyeuse curata da Antonio Sottile che proporranno un Hommage à Frederic Chopin e Franz Liszt. Ad avvicendarsi al piano saranno Federico Di Noto, Gabriele Laura, Gabriele Scarpaci, Carmen Sottile e Giovanni Vitale.

L’Ecole Joyeuse presenta soprattutto programmi da concerto monografici o tematici, lungo l’itinerario compreso tra Sette e Novecento, con particolare riferimento ai brani più emblematici del repertorio pianistico, elementi essenziali di ogni percorso interpretativo.

Ancora pianoforte, stavolta a quattro mani, per il concerto con cui mercoledì 15 alle ore 21, prosegue la Stagione 2015 con il duo formato da Enza Vernuccio e Carmela Spatafora: un sodalizio musicale nato durante gli studi delle due musiciste e ricostituitosi nel 2000, dopo un lungo periodo dedicato da entrambe all’attività solistica, per esplorare un repertorio che spazia dal classicismo mozartiano ai suoni nuovi della musica contemporanea eseguendo regolarmente brani di colleghi e allievi compositori del Conservatorio di Palermo. In occasione del concerto di martedì sera ascolteremo trascrizioni di alcune tra le più famose pagine di J. Strauss, le Leggende e le Danze Slave Dvořák, insieme a Jeux d’enfants di Bizet e alle Quattro danze norvegesi di Grieg Completerà il programma Acqua di Riccardo Randisi

Altro evento di rilievo della settimana sarà il seminario di analisi musicale che Giovanni Bietti dedicherà, dal 15 al 17 aprile, al tema L’evoluzione del pensiero creativo di Beethoven. Le sonate, i quartetti, le sinfonie. Compositore, pianista e musicologo, consulente dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Giovanni Bietti ha insegnato presso il Conservatorio di Catania e presso l’Università di Urbino.

Oltre a suonare e ad essere eseguito nel corso di importanti festival, ha pubblicato saggi e revisioni di spartiti per Longanesi, Ricordi, Skira, per l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e Laterza, per cui, nel 2013, ha pubblicato il saggio Ascoltare Beethoven. Giovanni Bietti tiene regolarmente conferenze e concerti-conferenze presso alcuni dei più prestigiosi enti italiani. Ha curato le Lezioni di Musica, iniziativa di divulgazione musicale che ha attirato migliaia di persone negli spazi dell’Auditorium-Parco della Musica di Roma.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: