Economia e LavoroPrimo Piano

Donazione UniCredit a Millecolori onlus per la casa di accoglienza per le donne vittime di violenza

UniCredit sostiene le attività dell’Associazione Millecolori  Onlus con una donazione finalizzata all’acquisto di nuovi arredi ed elettrodomestici per  Casa Lia, casa di accoglienza per le donne vittime di violenza.
L’Associazione Millecolori Onlus, attiva dal 2005 nel quartiere Montepellegrino di  Palermo, dal 2012 opera all’interno di un bene confiscato alla mafia, assegnato  dall’Amministrazione Comunale di Palermo. L’Associazione interviene contro la violenza  di genere, prevenendo e contrastando fenomeni di violenza fisica e psicologica e
garantisce alla donna vittima di violenza l’inserimento presso la struttura Casa Lia (casa  di accoglienza ad indirizzo segreto) per allontanarsi tempestivamente dal luogo di  violenza. Viene fornita una soluzione abitativa temporanea con vitto e alloggio, un  adeguato sostegno emotivo e psicologico ed un apposito piano individualizzato di  recupero, volto alla costruzione di un’autonomia delle donne ospitate e al loro
inserimento sociale e lavorativo. Con la donazione di UniCredit l’Associazione  Millecolori onlus ha potuto acquistare nuovi arredi ed elettrodomestici per Casa Lia.

 

“La donazione di UniCredit – ha sottolineato Salvatore Malandrino, Responsabile   Regione Sicilia di UniCredit Italia – è stata resa possibile grazie a UniCreditCard Flexia  Etica, collegata ad un progetto etico. La carta etica prevede che il due per mille delle  spese effettuate dai clienti vada ad alimentare, senza alcun onere a carico del titolare  della carta, uno specifico Fondo le cui disponibilità sono destinate a diverse iniziative e  progetti di solidarietà portate avanti da organizzazioni senza scopo di lucro, che si  prefiggono obiettivi socialmente utili. Dal 2011 ad oggi, attraverso la nostra carta etica,  la banca ha assegnato in Sicilia oltre 1 milione 900 mila euro a 180 onlus che operano  nell’isola”.
“Grazie al contributo di UniCredit” – afferma la Dott.ssa Adriana Argento, Responsabile  della Struttura Casa Lia – “è stato possibile dotare la struttura di arredi e corredi che  hanno reso più agevole e confortevole la vita delle ospiti della comunità e dei loro figli  minori. Il nuovo arredamento ha permesso di creare un ambiente di vita domestico più  vicino alle comuni consuetudini, creando un contesto in cui le Donne e i bambini  possono trovare la serenità e la sicurezza per affrontare il delicato momento di vita”.

Filippo Virzì

Giornalista radio/televisivo freelance, esperto in comunicazione integrata multimediale.

Articoli Correlati

3 Commenti

  1. Ip vicchy facebook violato per due notti di seguito per sponsorizzati a forza?minacce e intimidazioni stalkers industria 66 ha detto:

    Il ponte…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button