Economia e LavoroPrimo Piano

Donazione di UniCredit alla Fondazione La Città Invisibile di Catania per l’acquisto di strumenti musicali per l’Orchestra “Falcone Borsellino”

L’acquisto di strumenti musicali per l’Orchestra Falcone  Borsellino della Fondazione La Città Invisibile di Catania è stato reso possibile grazie  alla donazione effettuata da UniCredit.
“Il tema della solidarietà ci sta particolarmente a cuore come banca – sottolinea  Salvatore Malandrino, Regional Manager Sicilia di UniCredit – Per UniCredit essere  banca del territorio significa anche fornire un contributo concreto alle necessità delle  comunità nelle quali la Banca opera supportando il mondo del volontariato.

E in Sicilia  questo mondo è fatto di tante realtà di assoluto livello.  Il contributo di UniCredit è stato  finanziato dalla ‘UniCreditCard Flexia Classic E’, una carta di credito che raccoglie il 2  per mille di ogni spesa effettuata dai clienti, alimentando così un fondo che la Banca  destina ad iniziative di solidarietà nel territorio. Dal 2011 ad oggi, attraverso questo  prodotto bancario collegato ad un progetto etico, la banca ha assegnato in Sicilia circa 1
milione 800 mila euro a 170 onlus che operano nell’isola”.
La Fondazione La Città Invisibile è un ente non profit, la cui missione è l’inserimento e  il coinvolgimento dei minori in attività di formazione musicale orchestrale impostata  principalmente sulla pratica, che tende ad esaltare la partecipazione emotiva legata al  piacere di suonare insieme. L’Orchestra “Falcone Borsellino“, creata dalla Fondazione La Città Invisibile, integra il Metodo Abreu al metodo di Don Milani e utilizza i più efficaci
sistemi di psicologia positiva allo scopo di allenare e sviluppare le potenzialità e le intelligenze dei bambini.

L’Orchestra “Falcone Borsellino” ha già formato oltre 6.000  ragazzi nei suoi dieci anni di attività e intende estendere nei prossimi mesi la propria  attività nel quartiere Librino di Catania e in altri paesi della provincia etnea.
La Città Invisibile – dichiara la presidente della fondazione no profit, Alfia Milazzo –  esprime la sua profonda gratitudine a UniCredit per aver consentito, con la sua  donazione di strumenti musicali, inserimento di un  nuovo cospicuo gruppo di bambini  a rischio, che potranno così essere felicemente inclusi nel nostro programma didattico  volto al loro riscatto socioculturale. Grazie a UniCredit perché ha dimostrato di credere
che la musica e la cultura dell’amore reciproco sono ingredienti essenziali di un autentico, reale progresso.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com