CronacaPrimo Piano

Depenalizzato il reato di stalking

Stalking ovvero persecuzione: e’ di questi giorni la notizia che il reato di stalking non sara’ piu’ punibile e quindi derubricato e depenalizzato.

La notizia e’ stata riportata e commentata dalla Consigliera delle parita’ che solleva una grande polemica su quello che viene definito una conquista per la convivenza civile da parte delle donne che subiscono tale disagio.

Riteniamo il provvedimento giustificato per il progetto del Governo chiamato Svuotacarceri per il sovraffollamento delle carceri per un reato che spesso si traduce in un nulla di fatto o in archiviazione non sempre potendosi dimostrare lo stato di disagio vissuto dai perseguitati.

Era stato elevato il massimo della pena che da quattro anni era stato portato addirittura a sei, abnorme in considerazione di reati molto ben piu’ gravi che tra patteggiamenti e riduzioni portavano spesso ad un luogo a procedre con il conseguente proscioglimento degli imputati.

Il piu’ delle volte tale formula e’ stata adoperata dagli ipotetici perseguiti quale arma da noi definita impropria e che spesso nasconde il tentativo non di recupero di una serenita’ ma di un guadagno risarcitorio e spesso una vendetta per l’affidamento dei figli e per ottenere  gli emolumnti e rovinare la vita ai propri compagni/e.

Secondo noi una parola lanciata contro il partner in una diatriba familiare destabilizza e mortifica, coscinte chi la pronuncia della minaccia e della paura che incuote tale espressione. Nella maggioranza dei casi sono le donne che mettono in campo questa minaccia o perchè stanche del proprio partner o come dicevamo  per quella liberta’ dichiaratamente post sessantottista. Ma in quel tempo la donna lottava per dei diritti e tutti ne parteciparono ritenendo giuste le rivendicazioni…..ma nel tempo le conquiste si sono trasformate in disfatta e con un blak-out nei rapporti uomo donna in quanto quelle liberta’ cosi’ tanto reclamate hanno fatto saltare i codici di comportamento tra gli stessi.

Francesco Paolo Santoro

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button