Economia e Lavoro

Dal 31 ottobre addio alla segretezza dei conti correnti

Dopo aver imposto attraverso il Decreto “Salva Italia” – che stando allo Statuto autonomo siciliano non avrebbe alcun valore nella Regione Siciliana – per banche, Poste italiane, intermediari finanziari, assicurazioni e ogni altro operatore finanziario la comunicazione al Fisco di tutte le informazioni riguardanti i conti e i rapporti finanziari, è in arrivo il provvedimento dell’Agenzia delle Entrate che delinea le modalità con cui dovranno essere inviate tali informazioni, che comprendono, inoltre, le cosiddette “operazioni fuori conto”, cioè tutte le operazioni finanziare effettuate presso qualsiasi sportello bancario da clienti occasionali privi di un rapporto continuativo, quale conto corrente, deposito a risparmio, etc.

Fino a oggi gli accertamenti sulle movimentazioni finanziarie erano possibili, previa autorizzazione del giudice e limitatamente al caso esaminato, dopo che l’organo accertatore aveva acquisito ulteriori elementi di dubbio sulla fedeltà fiscale del cittadino. Adesso, invece, l’invio dei dati all’Agenzia delle Entrate sarà automatico, violando, così, quel principio sacrosanto di uno Stato di diritto che è la presunzione d’innocenza.

Bisogna dire che tali misure non hanno lasciato indifferente il Garante della Privacy. L’autorità, però, è intervenuta appoggiando le finalità anti-evasione delle disposizioni e suggerendo solamente alcuni accorgimenti tecnici per un uso temporaneo e sicuro dei dati nelle mani dell’Anagrafe tributaria.

Gli attuali provvedimenti del Governo seguono coerentemente la precedente misura sul divieto all’uso del contante per pagamenti superiori ai 999 Euro e mirano nelle intenzioni di facciata a prevenire l’evasione fiscale, ma in quelle mascherate al controllo dei cittadini e alla creazione di uno Stato di Polizia; un assaggio di ciò che vorrà dire vivere, o meglio dire sopravvivere, nei futuri Stati Uniti d’Europa.

 Marcello Russo

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button