Da luglio aumenti record sul prezzo del gas: +15.3% rispetto al trimestre precedente

Da luglio aumenti record sul prezzo del gas: +15.3% rispetto al trimestre precedente

 

Le bollette rappresentano senza ombra di dubbio una delle spese principali da sostenere in casa, e solo in parte soggette al nostro controllo. Il mercato a regime controllato, che presto volgerà al termine, impone infatti ogni 3 mesi delle variazioni di prezzo, che possono essere positive o negative. Le ultime comunicazioni dell’ARERA non hanno fatto felici le famiglie italiane, per via dei corposi aumenti del prezzo della luce e del gas. Soprattutto del gas, che ha messo a registro un aumento da record, pari al +15,3% rispetto al trimestre precedente.

 

Gli aumenti previsti dall’ARERA sul prezzo dell’energia

 

Come anticipato poco sopra, l’autorità per l’energia ha comunicato un corposo aumento sia del prezzo del gas, sia della luce. Nel primo caso l’incremento è pari al 15,3%, mentre per quel che riguarda la luce il prezzo salirà del 9,9%. È opportuno capire per quale motivo l’ARERA ha stabilito questi aumenti così ampi rispetto al trimestre precedente, e qui intervengono le spiegazioni degli esperti, che hanno avuto il merito di chiarire la situazione.

 

Nello specifico, durante il periodo della pandemia il mercato dell’energia è crollato, al pari di altri settori, registrando prezzi molto più bassi rispetto a prima. Questo ha ovviamente causato un parallelo calo del costo per il consumatore: in sintesi estrema, le famiglie durante il 2020 hanno pagato bollette più basse, per via di costi di luce e gas di molto inferiori alle medie stagionali. Ora che il mercato dell’energia sta tornando alla situazione precedente alla pandemia, i costi di riflesso tornano a salire, ed è così che si spiegano questi aumenti da record.

 

Come difendere le proprie bollette dai rincari energetici

 

Innanzitutto, è il caso di ricordare che il mercato tutelato ha i mesi contati e che presto chiuderà in via definitiva, sostituito in pianta stabile dal mercato libero. Ovviamente, è possibile effettuare questo passaggio sin da ora, approfittando delle tariffe agevolate proposte da un mercato dell’energia attualmente molto competitivo. Per questo motivo si consiglia di valutare attentamente le diverse opzioni per la luce e le varie offerte sul gas tra quelle disponibili sul mercato libero, in modo da accelerare questo passaggio ed intervenire alla radice sui tagli ai costi dei consumi domestici, da affiancare ad una sana attività di contenimento degli sprechi (che resta in ogni caso indispensabile).

 

A tal proposito, si suggerisce di fare molta attenzione alle luci, dato che spesso le dimentichiamo accese. È possibile automatizzarle grazie ai sistemi domotici con le lampade dotate di sensori di presenza, e si tratta di un impianto caldamente consigliato. In estate poi è bene usare con criterio il condizionatore, evitando di impostare temperature troppo rigide, e sfruttando la modalità di deumidificazione. Occhio anche ai consumi di gas in cucina, che possiamo ottimizzare coprendo pentole e padelle durante le cotture, e usando i fornelli piccoli.

 

Exit mobile version