SiciliaHD

Credito e artigianato in Sicilia

In Sicilia, le imprese artigiane registrate al 31 dicembre 2012 superano abbondantemente le 80.000 unità, che rappresentano il 18% delle circa 464.000 imprese totali registrate. Nel 2012 queste imprese sono diminuite complessivamente dell’1,27%, per effetto di un saldo negativo tra nuove aperture e chiusure di oltre 1.000 unità.

L’incidenza del comparto artigianale sul totale del valore aggiunto è stato pari al 9,8%, con una distribuzione territoriale che varia dal 7,6% della provincia di Palermo al 14,2% di Enna. E’ evidente, quindi, che anche nella nostra Regione, sebbene in misura leggermente inferiore rispetto alla media nazionale, le imprese artigiane svolgano un ruolo fondamentale per l’intero sistema economico e che, per evitare che il comparto registri una nuova pesante contrazione, occorre rafforzare le iniziative a loro sostegno.

Tra queste, particolarmente utili sono le misure volte a migliorare le condizioni di accesso al credito, tenuto conto che il principale fattore che ostacola la competitività per le piccole imprese è la mancanza di risorse finanziarie e che i fenomeni di razionamento del credito, che hanno registrato un generale aumento negli ultimi anni, sono particolarmente gravi per le piccole imprese meridionali. D’altra parte, è presumibile che la minore mortalità delle imprese registrata dal comparto artigianale siciliano rispetto alla media nazionale, pur in presenza di condizioni economiche decisamente più sfavorevoli, sia frutto anche delle politiche di sostegno già adottate.

I dati sono stati forniti questa mattina dalla Cassa Regionale per il Credito alle Imprese Artigiane, la Crias, in occasione della VI Edizione delle Giornate dell’Economia del Mezzogiorno, organizzate dalla Fondazione Curella, in collaborazione con Diste Consulting. All’incontro hanno partecipato oggi il presidente della Fondazione Curella, professore Pietro Busetta, il preside della Facoltà di Economia, professore Fabio Mazzola, il commissario straordinario della Crias Filippo Nasca e Alessandro Ferrara della Crias di Catania.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti Potrebbe Interessare:

Close
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: