Primo Piano

Controlli e contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti nei quartieri “Ballarò” e “Capo”

DSC00078Una serie di controlli effettuati nei giorni scorsi dai Carabinieri della Compagnia Piazza Verdi con il supporto di quelli della C.I.O. del XII Battaglione Carabinieri Sicilia, nei quartieri di “Ballarò” e “Capo”, hanno portato all’arresto di tre persone.

Per primi ad entrare in azione sono stati i Carabinieri della Stazione Oreto, che hanno arrestato in flagranza di reato Napoli Giuseppe, palermitano classe 1988, volto noto alle forze dell’ordine, sorpreso a cedere delle dosi di hashish e marijuana a due giovani acquirenti, a loro volta segnalati all’Ufficio Territoriale del Governo di Palermo quali assuntori di sostanze stupefacenti. Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria è stato giudicato con rito direttissimo, conclusosi con la convalida e la misura cautelare degli arresti domiciliari.

Il secondo a finire in manette è stato Pecoraro Massimiliano, palermitano classe 1975, rintracciato dai Carabinieri della Stazione di Mezzo Monreale e tradotto presso la locale casa circondariale Pagliarelli dove dovrà scontare due anni e due mesi di reclusione ricettazione.

Nella serata di lunedì scorso, i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Piazza Verdi, nel corso di un servizio antidroga svolto nel quartiere “Ballarò”, hanno tratto in  arresto Prestifilippo Domenico, palermitano classe 1997, anch’egli noto alle forze dell’ordine, sorpreso a cedere 2 dosi  di marijuana per un peso complessivo di 2 grammi, ad un 41enne palermitano, segnalato all’Ufficio Territoriale del Governo di Palermo quale assuntore di sostanze stupefacenti. A seguito della perquisizione personale e locale il pusher veniva trovato in possesso di: circa 7 grammi di marijuana, di oltre 10 grammi di hashish e della somma di 15 € in contanti, posti sotto sequestro. A seguito dell’udienza di convalida è stato inviato agli arresti domiciliari.

Inoltre nel pomeriggio di ieri, i Carabinieri della Stazione Mezzo Monreale, hanno tratto in arresto in aggravamento della misura cautelare D’angelo Filippo, palermitano classe 1989, per aver violato in più circostanze le prescrizione imposte dalla detenzione domiciliare cui era sottoposto, traducendolo presso la casa circondariale “Pagliarelli”.

 

Tags
Moltra altro

Panasci

Giornalista editore e musicista. Da 20 anni anche produttore

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: