Economia e LavoroPrimo Piano

Sicilia, Bandi: contributo a fondo perduto per le piccole e medie imprese – varie misure

Maurizio Pucceri - segretario Casartigiani Palermo - Referendum Costituzionale - SI -
Maurizio Pucceri – segretario Casartigiani Palermo – Bandi Sicilia

Casartigiani Palermo informa che gli uffici sono a disposizione per le informazioni afferenti i bandi di prossima uscita:

Contributo a fondo perduto per la digitalizzazione delle piccole e medie imprese

Cos’è
È una misura agevolativa per le micro, piccole e medie imprese che prevede un contributo, tramite concessione di un “voucher”, di importo non superiore a 10 mila euro, finalizzato all’adozione di interventi di digitalizzazione dei processi aziendali e di ammodernamento tecnologico.

Cosa finanzia
Il voucher è utilizzabile per l’acquisto di software, hardware e/o servizi specialistici che consentano di:
• migliorare l’efficienza aziendale;
• modernizzare l’organizzazione del lavoro, mediante l’utilizzo di strumenti tecnologici e forme di flessibilità del lavoro, tra cui il telelavoro;
• sviluppare soluzioni di e-commerce;
• fruire della connettività a banda larga e ultralarga o del collegamento alla rete internet mediante la tecnologia satellitare;
• realizzare interventi di formazione qualificata del personale nel campo ICT.

Le agevolazioni
Ciascuna impresa può beneficiare di un unico voucher di importo non superiore a 10 mila euro, nella misura massima del 50% del totale delle spese ammissibili.

Come funziona

Le domande potranno essere presentate dalle imprese, esclusivamente tramite la procedura informatica che sarà resa a partire dal 15 gennaio 2018. La domanda si potrà presentare a partire dalle ore 10.00 del 30 gennaio 2018 e fino alle ore 17.00 del 9 febbraio 2018.

 

Incentivi per il sostegno alle nuove imprese – Resto al Sud

Cos’è

Resto al Sud è l’incentivo che sostiene la nascita di nuove attività imprenditoriali avviate da giovani nelle regioni del Mezzogiorno.

La dotazione finanziaria complessiva è di 1.250 milioni di euro.

Cosa si può fare

La misura sostiene le attività di produzione di beni e servizi. Sono escluse dal finanziamento le attività libero professionali e il commercio.

Spese ammissibili

Sono ammissibili le spese per la ristrutturazione o manutenzione straordinaria di beni immobili, per l’acquisto di impianti, macchinari, attrezzature e programmi informatici e per le principali voci di spesa utili all’avvio dell’attività.

Agevolazioni

Il finanziamento copre il 100% delle spese ammissibili e consiste in:

– contributo a fondo perduto pari al 35% dell’investimento complessivo.
– finanziamento bancario pari al 65% dell’investimento complessivo, garantito dal Fondo di Garanzia per le PMI.

Gli interessi del finanziamento sono interamente coperti da un contributo in conto interessi.

A chi è rivolto

Le agevolazioni sono rivolte ai giovani tra 18 e 35 anni residenti in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

Per tutta la durata del finanziamento i beneficiari non possono essere titolari di un rapporto di lavoro a tempo indeterminato presso un altro soggetto.

Possono presentare richiesta di finanziamento le società, anche cooperative, le ditte individuali e le persone fisiche che intendono costituirsi in società dopo l’esito positivo della valutazione

 

MISURA 6.4.C del PSR CON 75% A FONDO PERDUTO

” SOSTEGNO PER LA CREAZIONE O SVILUPPO DI IMPRESE EXTRA AGRICOLE NEI SETTORI COMMERCIALE – ARTIGIANALE – TURISTICO – SERVIZI – INNOVAZIONE TECNOLOGICA”

 

Obiettivi
L’operazione 6.4.c incentiva interventi per il sostegno agli investimenti per la creazione e lo sviluppo di attività extra-agricole, favorendo sia la creazione di nuovi posti di lavoro che la erogazione di servizi finalizzati al miglioramento della qualità della vita delle comunità locali nei territori rurali.

Dotazione finanziaria

La dotazione finanziaria dell’ operazione 6.4 c per l’intero periodo di programmazione 2014- 2020 è pari ad € 30.000.000,00 di spesa pubblica, di cui € 18.150.000,00 quota FEASR.
L’importo minimo dell’iniziativa progettuale deve essere pari ad € 30.000,00.

Beneficiari

I beneficiari della operazione sono:

  • gli agricoltori (imprenditori agricoli) ed i coadiuvanti familiari, che diversificano la loro attività attraverso l’avvio di attività extra-agricola;
    • le persone fisiche;
    • le microimprese e le piccole imprese.
    Interventi ammissibili
    • le attività di B&B;
    • la valorizzazione di prodotti artigianali e industriali non compresi nell’Allegato I del Trattato;
    • gli interventi per creazione e lo sviluppo di attività commerciali;
    • i servizi turistici, servizi ricreativi, di intrattenimento, servizi per l’integrazione sociale in genere, servizi di manutenzione ambientale, per la fruizione di aree naturali quali Natura 2000, Parchi o Riserve.

Requisiti di accesso e condizioni di ammissibilità
Le condizioni di ammissibilità riguardano:
• la costituzione del fascicolo aziendale, anche anagrafico;
• la presentazione di un piano di sviluppo aziendale;
• la iscrizione alla camera di commercio.

Requisiti del progetto
Rappresenta condizione di ammissibilità della domanda la presentazione di un progetto esecutivo completo della documentazione obbligatoria.

Tempi e modalità di presentazione delle domande di sostegno
Le domande di partecipazione al bando potranno essere caricate a partire dal 27/10/2017 al 20/02/2018.

Per informazioni e rivolgersi in Associazione 091581445 – 091583033 – 091583187 – casartigianipalermo.it

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com