CronacaPrimo Piano

Consigliere Randazzo a Musumeci: ” Surreale la decisione di trasfereire 1500 tonnellate di rifiuti da Catania a Palermo”

 

“Stante la situazione attuale dei piazzali degli impianti a Bellolampo pare a dir poco surreale la decisione assunta dalla Regione di trasferire 1500 tonnellate di rifiuti urbani del Comune di Catania (attualmente in emergenza) a Palermo. Pertanto ho ritenuto doveroso trasmettere una nota alla Regione nella quale chiedo l’immediata revoca del provvedimento considerando anche quanto verbalizzato dall’Arpa lo scorso 20 settembre a seguito di sopralluogo ovvero che “nei piazzali esterni del TMB risultano tutti occupati da rifiuti provenienti dalla raccolta indifferenziata della Città di Palermo (quantitativo predominante), nonché una parte di sopravaglio e sottovaglio provenienti dal sistema di piattaforma dello stesso impianto che resta in attesa del conferimento in discarica. L’Arpa evidenzia inoltre che L’intero piazzale, senza soluzione di continuità , risulta occupato dei rifiuti che superano anche altezze di circa 8 metri e non esiste una divisione tra le diverse tipologie di rifiuti (indifferenziato o parzialmente trattato); si può ipotizzare che nell’intero piazzale siano depositati circa 40.000 tonnellate di rifiuti abbancati, gradualmente, sin dal SETTEMBRE 2020”. Pur comprendendo le difficoltà e i disagi in cui vivono attualmente i cittadini catanesi , non possiamo accettare che per la fallimentare gestione dei rifiuti da parte di Musumeci l’immondizia sia trasferita dalle strade della città Etnea a Palermo aumentando l’accumulo gia’ enorme nei piazzali di Bellolampo.”.
Antonino Randazzo

Articoli Correlati

5 Commenti

  1. Giacy bocca di fogna e maullixio...e simile losche soggette...industria..simulano reato e fanno bullismi...Petronilli... ha detto:

    Bravo….

  2. ew131 camionisti molestatori , petronilli minacciosi, luci accese calamiggnatto 58, il puffo fortuto insulso ha detto:

    orlando, il male del secolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button