CronacaPrimo Piano

Confintesa: gli ASU di Corleone a rischio disoccupazione

Amato-Russo-Greco (Confintesa Palermo e Sicilia): i lavoratori ASU di Corleone sono a rischio disoccupazione

Confintesa: gli ASU di Corleone a rischio disoccupazione

Oggi, 01/12/2021, a Corleone si è tenuto un incontro con i lavoratori ASU utilizzati dall’Amministrazione Comunale. Presenti all’incontro, Il Segretario Regionale Confintesa Dott. Antonio Russo, Il Segretario Provinciale Confintesa Dott. Domenico Amato ed il Coordinatore Confintesa Precari Rosario Greco.

Presenti anche l’assessore comunale Salvatore Schillaci, il consigliere comunale Luigi Modesto ed il Deputato Regionale On. Edy Tamajo. Problematica molto delicata quella che in questo momento vede interessati oltre 60 lavoratori ASU la cui sorte lavorativa è alquanto incerta . Diversi lavoratori hanno intentato causa contro l’amministrazione comunale “rea” di un’utilizzazione “contra legem” di detto personale ASU e recentemente, per l’esattezza il 27 ottobre, il giudice del lavoro ha accolto le istanze dei lavoratori condannando l’amministrazione comunale al risarcimento del danno, il cui ammontare in termini economici è di non indifferente entità. Tutto ciò ha indotto l’amministrazione comunale ad una seria riflessione in merito alla possibilità di continuare ad avvalersi del personale ASU in questione onde evitare il reiterarsi di eventuali responsabilità anche di natura erariale a carico degli amministratori. Dall’altro lato è pura follia pensare che 63 lavoratori essenziali per il buon funzionamento della macchina comunale ed in attesa da oltre 23 anni di un legittimo riconoscimento di una stabilità occupazionale, dal 1° gennaio possano trovarsi senza un lavoro e senza nemmeno quel misero assegno mensile di 595,00 euro che per molti dei quali è unica fonte di sostentamento. Occorre trovare una soluzione e subito.

Dispiace affermarlo, ma pochi mesi fa eravamo stati facili profeti. Già da tempo sollecitiamo sistematicamente un deciso e fattivo intervento della politica regionale onde evitare casi del genere che per un “fisiologico effetto domino” si presenteranno con molta più frequenza .

“Non possiamo che apprezzare l’interesse e la sensibilità dell’On. Tamajo il quale ha confermato la sua piena disponibilità a seguire da vicino la vicenda ed a sollecitare con immediatezza l’intervento delle istituzioni preposte affinché si possa trovare una giusta soluzione alla problematica”, così dichiarano Domenico Amato, Antonio Russo e Rosario Greco.

 

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button