Economia & LavoroPrimo Piano

Confimprese: in Sicilia chiuse 23 mila aziende mentre aumenta l’ambulantato

foto di Antonella Tantillo #copyright Panastudio

Per le aziende siciliane l’anno 2016 non è iniziato proprio nel migliore dei modi.

 

Da gennaio a marzo, in Sicilia, sono scomparse dal settore produttivo locale 23.294 aziende, mentre le aperture sono state 3.716. Le imprese attive sono 259.348, su un totale di 279.107 aziende operanti nell’Isola.

E’ quanto emerge da uno studio di Confimprese, su aperture e cessazioni nel primo trimestre del 2016, elaborata dal centro studi dell’associazione di categoria.

I dati sono stati presentati a Palermo nel corso del primo meeting regionale di Confimprese Palermo dal titolo “Sviluppo@zione – Strategie per il progresso della Sicilia”. Secondo lo studio ha confermato che le chiusure hanno interessato perlopiù i marchi storici e le imprese artigiane, con un’incidenza maggiore rispetto ad altri settori di attività. Nei primi tre mesi dell’anno, infatti, hanno già chiuso 778 aziende artigiane.

Secondo Confimprese, in Sicilia si registra un’impennata del fenomeno dell’ambulantato: nel 2015 gli ambulanti sono aumentati di 2.834 unità (+76,2% rispetto al 2014) e il numero dei commercianti, che non esercitano la propria attività in un luogo stabile, risulta pari a 20.412.

Tra le province siciliane è Palermo con 7.020 aziende ambulanti a registrare l’aumento più significativo su scala regionale .

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: