Cinema-Teatro-Musica

Concerto “Richiami mediterranei” con Theresia Bothè

Le suggestive parole del poeta Mario Rapisardi sono l’incipit migliore per presentare il progetto artistico “MUSICA, MAESTRI!” – un libro per un concerto. Un evento culturale che coniuga l’impegno sociale, la valorizzazione del patrimonio artistico cittadino e la forza espressiva della musica sacra, classica e tradizionale.

Fil rouge dell’intera manifestazione è la Rassegna di 7 Concerti, ad ingresso gratuito, in programma dal 27 Dicembre 2013 al 05 Gennaio 2014 presso sei location di eccezione: alcune tra le più prestigiose chiese del Centro Storico di Palermo, considerato dall’UNESCO il più grande d’Europa.

La manifestazione offre alla cittadinanza e ai turisti un dono speciale: la possibilità di ammirare autentici gioielli del patrimonio monumentale cittadino, avvolti dal bel canto e dalle note immortali dei capolavori classici, della musica sacra e tradizionale.  Un circuito in cui l’Arte promuove l’Arte e la Solidarietà.

Durante i concerti in programma, gli spettatori, infatti, sono invitati a portare uno o più libri (nuovi o usati), da donare alla Biblioteca della Casa Circondariale Ucciardone di Palermo, presso il punto di raccolta allestito all’ingresso delle Chiese. I volumi raccolti saranno consegnati alla Direzione Penitenziaria, durante un evento speciale ospitato all’interno del carcere, a cui potrà accedere anche un numero ristretto di spettatori, che potranno vivere la curiosa esperienza di “andare in galera per un giorno”.

Dopo il successo dell’evento inaugurale, la Rassegna “MUSICA, MAESTRI!” – UN LIBRO PER UN CONCERTO propone per lunedì 30 dicembre 2013, alle 21.15, un appuntamento di prestigio, che vede protagonisti la canta-autrice canadese Theresia Bothè (chitarra e voce) e due straordinari artisti palermitani: Romina Copernico (arpa e voce) e Alfredo Gilè (arciliuto e voce).

Il trio farà riecheggiare melodie celtiche e antiche nel concerto “RICHIAMI MEDITERRANEI”.

La raffinata voce di Theresia Bothè s’innalzerà nell’antica abside della splendida Chiesa Immacolata Concezione (via Porta Carini), gemma architettonica nel cuore del mercato storico del Capo, ancora semi-sconosciuta ai palermitani.

In repertorio anche due canzoni speciali:“Oración de la mañana” e “Oración de la noche”, che l’artista ha composto nel 2011, durante la sua partecipazione al Progetto “Canta la Calle” (La Strada Canta), realizzato con il Movimento dei Ragazzi della Strada MOJOCA (Guatemala).

Attraverso questa toccante esperienza, Theresia Bothè ha iniziato a scrivere canzoni sulle realtà sociali in cui le persone si trovano difficoltà: alcolismo, tossicodipendenza, tratta di esseri umani, prostituzione o vita nella /sulla strada, sofferenza e solitudine.

<Ci sono diritti fondamentali – afferma Theresia – dai quali troppe persone sono escluse… Sono, con la mia musica, parte di una rete a cui apparteniamo tutti, nella quale ognuno ha un contributo personale che può offrire…>.

Poliedrica artista capace di spaziare tra musica medioevale, barocca, classica, popolare e jazz. Theresia Bothè è un’interprete intensa che negli ultimi anni mette la sua voce unica al servizio di chi non può parlare, i dimenticati del mondo, realizzando così un felice connubio tra arte e vita, tra creatività e impegno sociale.

La cantautrice, inoltre, è particolarmente legata alla città di Palermo, in quanto fervida sostenitrice della Biblioteca dei bambini e dei ragazzi Le Balate e del lavoro svolto dal sociologo Danilo Dolci.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: