Economia & LavoroPrimo Piano

Comune Palermo. Posizioni organizzative, varate 136 figure intermedie negli uffici

136 “Posizioni organizzative” divise in 41 di fascia A e 95 di fascia B sono state deliberate oggi dalla Giunta comunale.
Si tratta di quelle figure intermedie nei ruoli dell’Amministrazione che tramite un sistema incentivante legato in parte alla posizione e in parte ai risultati, assegna funzioni specifiche in aree ritenute prioritarie o per le quali è necessario un supporto di risorse umane con competenze specifiche.
Sulla base delle risorse finanziarie disponibili (poco più di un milione e duecentomila euro su base annua) e della ricognizione del fabbisogno svolto nei mesi scorsi, la Giunta ha raccolto le proposte avanzate dalla dirigenza, elaborando quindi un piano complessivo che interviene in tutti i settori della macchina comunale, con un’attenzione particolare dedicata alle aree tecnica e della pianificazione (rispettivamente 20 e 11 P.O.), alla Ragioneria generale (21) e all’area della cittadinanza (22).

Per i dipendenti che avranno attribuita la Posizione organizzativa, in base a dei parametri che tengono conto della complessità e responsabilità dei compiti assegnati, viene riconosciuta una indennità massima annua che varia da 6.500 a 9.500 euro circa. A questi, un’ulteriore quota fino al 15% aggiuntiva è legata al raggiungimento degli obiettivi quali/quantitativi fissati dall’Amministrazione.

“Il lungo processo di valutazione ed elaborazione che ha portato all’adozione del provvedimento – spiega l’Assessore Fabio Giambrone – è il segno dell’importanza con cui la Giunta ha voluto dotare la struttura burocratica, tecnica e amministrativa di queste nuove risorse. In un quadro di grande difficoltà che colpisce tutte le amministrazioni pubbliche ed in particolare gli enti locali, riteniamo fondamentale che le risorse finanziarie ed umane di cui gode il Comune di Palermo siano valorizzate al meglio per dare nuovi servizi e funzionalità”

Per il sindaco Leoluca Orlando: “dalla Giunta viene un segnale di attenzione ai dipendenti ed alla necessità di miglioramento della performance complessiva della macchina burocratica. Abbiamo accuratamente scelte le aree su cui fare l’investimento maggiore, senza però lasciare scoperto alcun settore strategico, grazie ad una attenta valutazione della situazione attuale e delle risorse di cui disponiamo”.

Il prossimo passo sarà ora quello dell’avvio della fase selettiva per ciascuna posizione organizzativa che si preveda possa completarsi entro alcune settimane, andando così a rendere del tutto operative le nuove figure all’interno di ciascun ufficio.

Filippo Virzì

Giornalista radio/televisivo freelance, esperto in comunicazione integrata multimediale.

Related Articles

3 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com