Arte e CulturaPrimo Piano

L’Albero di Natale all’uncinetto grazie al “Circoletto delle Signore “

L’Albero di Natale all’uncinetto grazie al “Circoletto delle Signore“.

Ad Altavilla Milicia un po’ di colore e tradizione in questo periodo grigio.

 

Non è un albero perfetto ma sicuramente unico, unico come loro: mamme, mogli ma soprattutto donne. Le 13 donne del “Circoletto delle Signore“ di Altavilla Milicia.

La pandemia non le ha fermate nella realizzazione di questo progetto dell’Albero di Natale all’uncinetto l’arte della perseveranza e della calma.

Riscoprire la tradizione, riscoprire abilità che rischiano di scomparire, riscoprire allo stesso tempo mondi ormai perduti e farlo nel segno del Natale.
Dichiara Loredana Granà la responsabile del Circoletto “Abbiamo realizzato la stella a sei punte ed il sole simbolo di nascita e luce in questo momento così difficile, il nostro contributo per questo Natale di speranza. Sembrerà strano ma per fare tutto questo sono bastati un uncinetto e due ferri da maglia a cui aggiungere passione e , soprattutto, un lavoro di squadra”.

Una idea antica ed innovativa allo stesso tempo, di attingere ad un bagaglio quasi desueto per creare qualcosa di nuovo ma soprattutto di diverso, usando l’arte tramandata rimodernandola, senza mai perdere l’insegnamento delle nonne, creando bellezza in un anno grigio.

L’Albero ci ricorda la coperta fatta dalla nonna, chi non ne possiede una in casa? simbolo di calore, di famiglia, quella che il Covid ha messo a dura prova portando via i nostri cari quelli più anziani e vulnerabili, ma non solo.

Abbiamo bisogno tutti di speranza e di calore per percorrere il sinuoso cammino che ancora ci attende prima della fine della pandemia e del ritorno ad una “nuova” normalità.

Come le donne del “Circolo delle Signore” dobbiamo ritrovare l’armonia mettendo insieme i vari “pezzi” come quelli realizzati all’uncinetto.

In un paese che non vuole osare il “Circoletto delle Signore “ testimonia il coraggio di mettersi in discussione, una sorta di sfida con se stesse, un momento di confronto , di aggregazione, con ricadute positive per tramandare ai giovani le tradizioni artigianali della nostra terra di Sicilia.

Continua la Sig,ra Loredana Granà “Il Comune di Altavilla ha subito creduto nel nostro progetto; all’inizio del 2020 abbiamo avuto in comodato d’uso per due pomeriggi alla settimana il locale di via Bellini , nonché finanziato il costo per l’acquisto della lana; le altre spese sono state coperte grazie alla generosità di un imprenditore e di un artigiano locale”.

In meno di un anno, malgrado le difficoltà legate alla pandemia, le 13 donne non si sono arrese nella realizzazione dei loro progetti: all’attivo il Kiss me sul panorama del belvedere di Altavilla Milicia, riciclando un segnale stradale, grazie all’estro della Sig.ra Gianna Galizia, e di un cordone realizzato all’uncinetto per poter mettere i lucchetti dell’amore nel palo ed un laboratorio di pasta fresca, il tutto realizzato e condiviso in modalità online.

Avanti tutta ad iniziative come quella del “ Circoletto delle Signore “ testimonianza della parte ancora “buona “ della nostra società nel segno del motto di Alexandre Dumas “tutti per uno, uno per tutti”.

Caterina Guercio

 

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button