CulturaPrimo Piano

Chiude la mostra fotografica “Palermo normanna” con l’incontro “Il Palazzo Reale e la Cappella Palatina”

13177725_1180001535352355_7853771711323359321_n

In occasione della cerimonia di chiusura della mostra dedicata al concorso fotografico “Palermo normanna”, giovedì 19 maggio, alle ore 17.30, presso la Real Fonderia Oretea (piazza Tarzanà, Palermo) si terrà un incontro dal tema “Il Palazzo Reale e la Cappella Palatina”.

Interverranno il dott. Francesco Forgione, direttore generale della Fondazione Federico II e il prof. Ferdinando Maurici, autore dei volumi pubblicati da Edizioni d’arte Kalós dal titolo “Palermo araba” e Palermo normanna” dedicati all’evoluzione urbanistica della città durante il periodo delle due dominazioni.

La Palermo normanna con i suoi monumenti è entrata a far parte dei siti UNESCO. Il volume di Ferdinando Maurici ritrae questa città multietnica e multireligiosa sin da quando era stata capitale della Siqilliyya araba. Il libro è una discussione dell’urbanismo, dell’urbs e delle pietre – Palazzo Reale, Cappella Palatina, Martorana – che illuminano la Palermo degli Altavilla, sotto il segno della doppia tradizione, bizantina e araba. Al di là dei monumenti e delle opere architettoniche si fa riferimento alle fonti, ovvero ai cronisti, ai viaggiatori, o ancora ai romanzi francesi e agli importanti atti notarili che manifestano la continuità di un ambiente cristiano, greco di rito, arabo di lingua e cattolico di confessione. Il libro ci mostra una città di rango imperiale, crocevia tra Oriente e Occidente, un luogo originale e unico, pieno di chiese, palazzi, parchi, giardini, residenze suburbane, in una stagione di straordinaria produzione artistica che colloca la Palermo normanna al vertice delle città europee del XII secolo.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: