Cronaca

Cga respinge ricorso, al via bandi per musei siciliani

Il Consiglio di Giustizia Amministrativa (CGA), confermando la decisione del TAR, ha respinto il ricorso presentato, nei confronti della Regione, dalla società Novamusa. Possono, dunque, ripartire i bandi per l’affidamento ai privati dei servizi aggiuntivi per i beni archeologici e culturali siciliani.

Soddisfatto l’assessore regionale dei Beni culturali e dell’Identità siciliana, Sebastiano Missineo. “Il pronunciamento del Cga – spiega Missineo – ci consentirà di chiudere entro fine mese le procedure di gara e procedere all‘assegnazione provvisoria dei lotti. Ringrazio l’Avvocatura dello Stato, che ha operato di concerto con l’amministrazione per ottenere questo risultato, che ci ha consentito di evitare di rendere inutile il grande lavoro svolto e di vanificare i nostri sforzi per rilanciare l’immenso e unico patrimonio culturale della Sicilia.

Ai bandi hanno partecipato le più grandi aziende del settore che gestiscono i più importanti siti e musei in Italia e che sono pronte a investire in Sicilia. Questa sinergia di gestione pubblico-privato renderà possibile una migliore valorizzazione dei nostri beni culturali e allo stesso tempo produrrà un forte ritorno economico per la Regione”.

Marcello Russo

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com