Cefalù, scoperta piantagione di marijuana: arrestato 26enne

La coltivazione di marijuana rappresenta una sicura fonte di guadagno e sembra aver preso piede su tutto il territorio. Tale affermazione è pienamente condivisibile poiché avvenuta a breve distanza di tempo da quella occorsa a Finale di Pollina la scorsa settima, e ha visto impiegati ancora una volta i militari della Stazione di Castelbuono e della locale aliquota operativa.

Erano le ore 17 circa dello scorso 9 luglio, quando i militari operanti incrociavano a bordo della propria autovettura, Nicola Ficile, classe 1988, già noto alle forze dell’ordine, il quale a seguito di un normale controllo alla circolazione stradale, veniva poi condotto presso la propria abitazione, per procedere a perquisizione domiciliare.

È proprio presso l’abitazione di Ficile che i militari rinvenivano 26 piante di marijuana di diverse dimensioni, nonché due buste di cellophane nascoste sotto il forno della cucina e al cui interno erano contenuti nr. 406 grammi della stessa sostanza. Di fronte a tale scenario, Ficile veniva condotto presso gli uffici della locale compagnia dove veniva dichiarato in arresto per coltivazione di sostanza stupefacente.

A seguito del rito direttissimo e convalida dell’arresto, Ficile veniva scarcerato e sottoposto all’obbligo di firma presso il Comando Stazione Carabinieri di Castelbuono.

Exit mobile version