Economia e LavoroPrimo Piano

Catania, Teatro Bellini: Bianco rassicura i lavoratori sugli stipendi

Il sindaco di Catania Enzo Bianco, che è anche presidente dell’Ente, ha rassicurato i lavoratori del Teatro Massimo Bellini, che da due mesi non ricevono lo stipendio, spiegando che presto dovrebbe essere sbloccato un atteso finanziamento da due milioni di euro già stanziato dalla Regione.

Il Sindaco ha incontrato i rappresentanti sindacali confederali e di categoria dei lavoratori del Teatro Massimo Bellini ieri mattina nella sede dell’Ente dopo la conferenza stampa per la presentazione del Festival Belliniano. Sul tappeto le problematiche legate alle difficoltà economiche in cui versa l’importante Istituzione culturale: dai ritardi nell’erogazione degli stipendi all’impossibilità di programmazione a causa di modestissimi finanziamenti che impediscono qualsiasi proiezione temporale e di scelta qualitativa.

“Mi sto battendo – ha detto, rivolgendosi ai sindacalisti, Bianco – perché il teatro torni a essere l’ente di cui siamo orgogliosi”. Bianco ha anche annunciato che presto verranno a Catania i rappresentanti della Regione per ricostituire il Consiglio d’Amministrazione del Massimo Bellini per far uscire l’ente dalla logica dell’emergenza e di ulteriori gestioni commissariali.

“Chiederò – ha continuato il primo cittadino – al presidente della Regione il mantenimento degli impegni che ha assunto pubblicamente e a fronte di una produzione artistica di qualità che il Teatro è in grado di garantire, ulteriori finanziamenti che consentano di avere una maggiore serenità nell’affrontare la sua produzione artistica”.

Il primo cittadino ha anche annunziato che il prossimo venerdì incontrerà gli assessori Regionali al Turismo e ai Beni Culturali il cui al primo punto ci sarà la situazione del Teatro Massimo Bellini. Sabato è già stato fissata una nuova riunione con i sindacati.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button