Primo Piano

Castelvetrano, caso Giambalvo: il consiglio comunale si è autosciolto

calogero-giambalvoA seguito del caso che ha coinvolto il consigliere regionale di Castelvetrano, Calogero Giambalvo, stamattina ventidue consiglieri su trenta hanno rassegnato le loro dimissioni. In una nota di Ncd-Area Popolare e Udc-Area popolare si legge che le dimissioni arrivano anche per ”togliere dall’imbarazzo mediatico la città che con questo gesto dimostriamo concretamente di amare”.

Nel novembre 2014  nell’ambito dell’operazione antimafia “Eden II”, Giambalvo era stato arrestato perché considerato un “sostenitore” del latitante Matteo Messina Denaro per cui  ”si sarebbe fatto arrestare”, come emerso da alcune intercettazioni. Dopo 13 mesi di carcere, il consigliere era stato assolto dall’accusa e reintegrato nel suo ruolo di consigliere comunale. Tuttavia l’indignazione e l’attenzione sul caso da parte dei media sono cresciuti tanto che più volte lo stesso Giambalvo era stato invitato a dimettersi.

Stamattina la svolta. Adesso la Regione dovrà nominare un commissario con i poteri del solo consiglio comunale in quanto il sindaco Felice Errante e la sua giunta rimangono in carica.

 

Tags
Moltra altro

Panasci

Giornalista editore e musicista. Da 20 anni anche produttore

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: