Carmina burana in piazza Ruggiero Settimo: l’OSS diretta da Fabrizi

Coro lirico siciliano Carmina Burana

Un appuntamento estivo eccezionale, quello previsto in piazza Ruggiero Settimo venerdì 19 settembre alle ore 21.15, con l’Orchestra Sinfonica Siciliana che eseguirà i Carmina burana di Carl Orff all’ombra della suggestiva cornice del Politeama Garibaldi.

Sul podio salirà Alessandro Fabrizi; il cast vocale è composto dal soprano turco Gonca Dogan, dal baritono Andrea Cionci, dal controtenore Nicola Marchesini e dal Coro Lirico Siciliano diretto da Francesco Costa.

Composti tra il 1935 e il 1936, i Carmina burana costituiscono il capolavoro di Carl Orff il quale, con questa sua cantata scenica, ha conseguito una fama imperitura che non ha mai conosciuto momenti di declino. L’opera è ispirata all’omonima raccolta di circa 315 componimenti, contenuti in un codice medievale di 112 fogli, chiamato appunto Carmina burana perché esso fu conservato fino al XIX secolo nell’abbazia di Benediktbeuern nel sud della Baviera.

Opera di studenti nomadi in Francia, in Inghilterra e in Germania, i Carmina Burana, canti goliardici consistenti nella parodia di quelli della tradizione ufficiale (sacra) e nella celebrazione dei piaceri del vino e dell’amore, furono riscoperti nel 1803 costituendo così un’importante testimonianza della musica profana medievale. Essi sono suddivisi in quattro grandi categorie: Carmina moralia (di argomento satirico e morale), Carmina veris et amoris (di argomento amoroso), Carmina lusorum e potatorum  (di argomento bacchico e conviviale) e Carmina divina (di argomento sacro). Orff ne trasse un libretto di 24 canti quasi tutti in latino ad eccezione di un brano in alto tedesco medio e di uno in provenzale. Dopo la prima trionfale rappresentazione a Francoforte l’8 giugno 1937, i Carmina burana hanno sempre goduto di un notevole successo.

Exit mobile version