CronacaPrimo Piano

Carini, raccolta rifiuti bloccata da tre mesi. Allarme ambientale

L’area industriale di Carini ormai è un’unica enorme discarica. Cumuli di rifiuti alti ormai quanto gli opifici industriali. Strade sommerse, alcune inaccessibili, bloccate dalle montagne di spazzatura. La raccolta dei rifiuti da tre mesi avviene solo lungo la strada statale, e non sempre.In tutte le altre strade dell’area industriale è ferma, bloccata, completamente assente da tre mesi.

Questo comporta un allarme per l’igiene dell’area e degli stabilimenti industriali e un forte rischio per l’ambiente: con le piogge, il percolato finisce nella rete delle acque bianche e poi direttamente a mare.

Gli industriali sono inferociti: pagano la Tarsu al Comune di Carini senza l’ombra di un servizio. Tanto per fare alcuni esempi: via Galileo Galilei, via Don Milani, via Don Sturzo e tutte cioè tutte le strade interne all’agglomerato industriale sono impraticabili. Oltre ai rifiuti delle imprese, ormai in zona industriale tutti, e cioè cittadini, piccoli cantieri in paese, pensionati, tutti scaricano abusivamente i rifiuti.

“Pessimo biglietto da visita per gli investitori e i buyer” sostengono gli imprenditori, circa una cinquantina, che mercoledì costituiranno un comitato per porre il problema sui tavoli istituzionali.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button