Arte e CulturaPrimo Piano

CANTIERI CULTURALI ALLA ZISA, LO ZAC ASSEGNATO ALLA FONDAZIONE TORINESE MARIO MERZ

LO ZAC – ZONA ARTI CONTEMPORANEE  AI CATIERI CULTURALI ALLA ZISA – ASSEGNATO PER TRE ANNI ALLA FONDAZIONE TORINESE MARIO MERZ PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO “ZACentrale” 2021 – 2023.

 

Il progetto “ZACentrale” 2021 – 2023, della Fondazione Mario Merz,  presieduta da Beatrice Merz, è  il progetto risultato vincitore, a seguito di un Avviso pubblico dell’Aerea delle Culture del Comune di Palermo,  per la produzione di Progetti Culturali Finalizzati alla Promozione, Conoscenza e Diffusione dell’Arte Contemporanea negli Spazi del Padiglione ZAC presso i Cantieri Culturali alla Zisa .

La Fondazione Merz, nata e sviluppatasi in aperto contrasto al concetto di arte come monumento, ossia immagine della memoria, potente ma statica, interpreta oggi il proprio ruolo di centrale energetica dell’arte. Il luogo delle opere, passato da essere “casa dell’artista” a “casa per gli artisti”, ha inevitabilmente maturato il proprio ruolo, nato da un impulso di sopravvivenza, e si è resa attrice consapevole e presente di nuove opportunità.

Obiettivo del progetto “ZACentrale”  è la valorizzazione dell’arte contemporanea attraverso un insieme programmatico e un complesso coerente di prospettive plurime sui più svariati temi dell’umanità e del mondo, utilizzando liberamente linguaggi e strumenti espressivi. ZAC si vuole infatti porre come una sorta di laboratorio culturale, uno spazio aperto alle intersezioni disciplinari, per la condivisione di idee e la diffusione della conoscenza, da porre a servizio della collettività, esercitando, quindi, il proprio ruolo istituzionale educativo ed instaurando un legame profondo con il territorio.

Il progetto  si svolgerà in tre anni presso lo spazio ZAC e sarà articolato con diverse attività interdisciplinari che comprenderanno: mostre, concerti, spettacoli teatrali e di danza, attività formative ai più diversi livelli. Incontri, dibattiti, conferenze da svolgersi anche in partenariato con le altre realtà dei Cantieri Culturali alla Zisa, nonché interventi documentari, azioni di incubatore creativo e la creazione di una biblioteca specialistica dedicata all’arte contemporanea per la quale è prevista una donazione di 300 volumi de parte della Fondazione.

Un intervento di ampio respiro i cui dettagli verranno annunciati in sede di Conferenza stampa martedì 25 Maggio , da realizzare in un luogo storico come  i Cantieri Culturali alla Zisa , ex area industriale di Palermo che ha avuto un ruolo centrale tra la fine dell’Ottocento e la prima metà del Novecento. Nelle officine Ducrot, infatti, furono realizzati mobili in legno e metallo in stile liberty disegnati dell’architetto palermitano Ernesto Basile e nell’Aeronautica Sicula gli aerei progettati dall’ingegnere visionario Giovanni Battista Caproni, opere di grande pregio e rilevanza internazionale.

Il  protocollo siglato tra l’Amministrazione Comunale e Fondazione Mario Merz di Torino si inserisce tra le iniziative finalizzate ad  attivare sinergie positive con soggetti pubblici e anche privati che sostengono, attraverso iniziative articolate in diversi settori, la promozione della cultura,  nei suoi diversi aspetti, al fine di incrementare lo sviluppo sociale, la crescita del territorio e il senso di appartenenza dei cittadini, con particolare attenzione alle Fondazioni che operano attivando progetti mirati alla valorizzazione del patrimonio e dei Beni Culturali.

L’attivazione di iniziative artistico/culturali, oggi più che mai dopo il lock down, rappresentano azioni  importanti per il territorio, costituendo una delle tante leve per lo  sviluppo, la  coesione sociale e culturale;  i Cantieri Culturali alla Zisa rappresentano infatti  un modello innovativo di produzione di valore culturale con un processo sperimentale di rigenerazione urbana e umana; luogo identificato come cittadella delle culture, frequentata da un pubblico numeroso e attento, dove sono presenti spazi espositivi, per la formazione, per eventi teatrali, musicali, cinematografici e iniziative culturali di ogni genere;  un luogo che saprà ancora regalarci tante emozioni all’insegna della cultura e non solo.

 

Caterina Guercio

 

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button